Osteoporosi - sintomi e trattamento, descrizione completa della malattia

L'osteoporosi è una patologia scheletrica, il cui corso è accompagnato da un cambiamento nella struttura ossea. Diagnosi frequente della malattia dovuta all'assenza di manifestazioni cliniche nelle fasi iniziali dello sviluppo. Pertanto, viene rilevato quando ci sono già fratture. Quando si sceglie la tattica del trattamento dell'osteoporosi, il medico prende in considerazione la gravità dei sintomi, il grado di distruzione del tessuto osseo, la causa.

Cos'è l'osteoporosi

Importante sapere! I medici sono sotto shock: "Esiste un rimedio efficace ed economico per i dolori articolari." Per saperne di più.

L'osteoporosi è una malattia sistemica causata dalla predominanza di processi distruttivi su quelli riparativi. Come risultato di uno squilibrio nelle reazioni biochimiche, i tessuti ossei perdono la capacità di trattenere il calcio, quindi viene rapidamente espulso dal corpo. Aumenta la fragilità delle ossa, che causa frequenti fratture spontanee. Movimenti goffi, piccoli lividi, cadute, piccoli effetti meccanici portano a loro.

classificazione

La classificazione si basa sui fattori che hanno causato lo sviluppo della malattia. Una tale suddivisione nei tipi principali è anche causata dalla carenza crescente di microelementi, sostanze biologicamente attive necessarie per la rigenerazione rapida e completa dei tessuti ossei. L'affiliazione di una malattia a uno dei gruppi è un criterio che determina le tattiche terapeutiche.

primario

Il tipo di osteoporosi primaria più comunemente diagnosticato è la postmenopausa, che si sviluppa durante il periodo della menopausa naturale. La patologia senile è rilevata nei pazienti anziani e negli anziani. In questo caso, i prerequisiti per una maggiore fragilità delle ossa stanno rallentando i processi di rigenerazione, riducendo la produzione di sostanze nel corpo per costruire strutture ossee.

L'osteoporosi primaria comprende anche il giovane, che colpisce bambini e adolescenti. Una delle possibili cause del loro sviluppo è la carenza di calcio e vitamina D. La patologia idiopatica si trova principalmente negli uomini tra i 20 ei 50 anni e le difficoltà del trattamento si trovano nella causa ancora sconosciuta del riassorbimento osseo (diminuzione della densità).

secondario

Questo gruppo distingue l'osteoporosi, sviluppata sullo sfondo di altre malattie. Molto spesso, si osserva una maggiore fragilità ossea con la progressione delle patologie reumatologiche, ad esempio l'artrite reumatoide.

Può essere provocato da uno squilibrio endocrino caratteristico di una diminuzione dell'attività funzionale delle ghiandole endocrine, in particolare delle ghiandole surrenali e della ghiandola tiroidea.

Le neoplasie maligne e benigne assorbono molto calcio, scaricando le strutture ossee. La causa dell'osteoporosi secondaria diventa un lungo corso di assunzione di eparina, farmaci ormonali, anticonvulsivanti.

Fasi di sviluppo

L'efficacia del trattamento dipende dalla gravità della malattia, che viene rilevata durante la diagnosi radiografica - densitometria. È finalizzato a determinare la densità minerale ossea, consente di valutare il rischio di progressione della malattia.

Osteoporosi: sintomi, trattamento, prevenzione

Molte persone anziane hanno "sentito" di aver assunto una diagnosi di osteoporosi, ma non sono state suggerite misure o trattamenti preventivi. Alcuni di loro diranno: "Oh, l'osteoporosi, ma è per tutti". Vale la pena di preoccuparsi se "tutti ce l'hanno"? Forse qualcuno dirà: "Ho delle ossa forti nella mia famiglia, e non mi riguarderà". È così? Che tipo di malattia è l'osteoporosi, come è pericolosa e dovrebbe essere trattata?

L'osteoporosi è una malattia scheletrica causata da una diminuzione della forza e una violazione della struttura delle ossa. Le ossa diventano sottili e fragili, portando a fratture. Il termine "osteoporosi" significa letteralmente "porosità delle ossa" o "osso perforato".

L'osteoporosi è chiamata "epidemia silenziosa" a causa della natura nascosta del suo sviluppo. All'inizio della malattia, quando i processi di distruzione ossea sono già in corso, ma non ancora grandi, i sintomi dell'osteoporosi possono essere assenti, il paziente potrebbe non lamentarsi. La rilevabilità di questa malattia può essere confrontata con un iceberg. L'osteoporosi diagnosticata è la sua parte visibile e più piccola. La maggior parte dell'iceberg, nascosto sotto l'acqua - tutti i casi in cui la diagnosi non è stata stabilita nei pazienti.

Osteopenia - "deplezione" del tessuto osseo. Questa condizione precede l'osteoporosi. Nell'osteoporosi, il rischio di fratture è elevato, in osteopenia - moderata. E se non si esegue la prevenzione e il trattamento, l'osteopenia ha un alto rischio di "sviluppo" nell'osteoporosi.

Cosa rende fragili le ossa?

L'osteopenia e l'osteoporosi sono più sensibili alle donne - nell'85% dei casi. Più spesso, queste sono donne con menopausa. La menopausa è la causa più importante dell'osteoporosi. Dopo la cessazione del ciclo mestruale, le ovaie smettono di produrre estradiolo, un ormone che "tiene" il calcio nelle ossa. Negli uomini di età superiore ai 65 anni, i livelli di testosterone diminuiscono, il che "trattiene" il calcio e previene l'esaurimento osseo.

Inoltre, ci sono molti fattori di rischio per l'osteoporosi - quelli che non possono essere influenzati (per esempio, razza, genere ed età) e quelli che possiamo influenzare cambiando il nostro stile di vita. Ad esempio, smettere di fumare, consumo eccessivo di caffè e bevande alcoliche e includere più latticini, verdure e frutta nella dieta.

Fattori di rischio per l'osteopenia e l'osteoporosi.

Fattori suscettibili di correzione:

  • Fumo.
  • Stile di vita sedentario, mancanza di regolare attività fisica.
  • Eccessiva assunzione di alcol e caffè.
  • Nutrizione impropria (piccola quantità di frutta, verdura e latticini nella dieta).
  • Carenza di vitamina D (la vitamina D aumenta l'assorbimento del calcio nell'intestino).

Fattori di rischio irrecuperabili:

  • Età (con età crescente c'è una diminuzione della densità ossea, la più rapida distruzione ossea si osserva nei primi anni dopo l'inizio della menopausa).
  • Razza caucasoide o mongoloide.
  • Osteoporosi in famiglia.
  • Fratture precedenti.
  • Menopausa precoce (in persone di età inferiore ai 45 anni o dopo un intervento chirurgico).
  • Amenorrea (assenza di mestruazioni) prima della menopausa (anoressia nervosa, bulimia nervosa, eccessiva attività fisica).
  • Mancanza di parto.
  • Fisico fragile.

Malattie che aumentano il rischio di osteoporosi:

endocrino:

  • Tireotossicosi.
  • Iperparatiroidismo.
  • Sindrome e malattia di Itsenko-Cushing.
  • Diabete di tipo 1
  • Insufficienza surrenalica primaria.

Gastro - intestinale:

  • Grave malattia del fegato (ad esempio, cirrosi epatica).
  • Chirurgia sullo stomaco.
  • Assorbimento alterato (ad esempio, la celiachia è caratterizzata da intolleranza alle proteine ​​dei cereali - glutine).

metabolica:

  • Emofilia.
  • Amiloidosi.
  • Nutrizione parenterale (introduzione di sostanze nutritive per bypassare il tratto gastrointestinale).
  • Anemia emolitica
  • Emocromatosi.
  • Malattia renale cronica

Neoplasie maligne:

  • Mieloma.
  • I tumori che secernono PTH sono un peptide simile.
  • Linfomi, leucemie.

Farmaci che aumentano il rischio di osteoporosi: glucocorticoidi (ad esempio prednisone, idrocortisone), levotiroxina, anticonvulsivi, preparazioni al litio, eparina, citostatici, analoghi del GnRH, preparati contenenti alluminio.

Fratture nell'osteoporosi

Le fratture nell'osteoporosi sono poco traumatiche e patologiche. Tali fratture si verificano con lesioni molto lievi, in cui un osso normale non si rompe, per esempio, una persona ha inciampato su una soglia e caduto, starnutito senza successo, girato bruscamente il corpo, sollevato un oggetto pesante e, di conseguenza, una frattura.

Il tessuto osseo è una struttura dinamica in cui la formazione e la distruzione del tessuto osseo si verificano durante la vita di una persona. Negli adulti, circa il 10% del tessuto osseo viene aggiornato ogni anno. Con l'aumentare dell'età, il tasso di distruzione del tessuto osseo comincia a prevalere sul tasso di recupero.

Le ossa di una persona adulta sono composte da una sostanza compatta: sono circa l'80% e formano un denso strato esterno di osso. Il restante 20% della massa ossea totale è rappresentato da una sostanza spugnosa, la struttura che assomiglia a un nido d'ape - è lo strato interno dell'osso.

Dal quadro presentato può sembrare che ci sia più sostanza spugnosa nell'osso. Tuttavia, questo non è il caso. Il fatto è che a causa della struttura reticolare, la sostanza spugnosa ha una superficie più ampia di quella compatta.

Entrambi i processi di recupero osseo e il tasso di perdita di massa ossea durante il metabolismo osseo accelerato in una sostanza spugnosa si verificano più rapidamente che in uno compatto. Ciò porta a una maggiore fragilità di quelle ossa, che sono rappresentate principalmente da sostanza spugnosa (vertebre, collo del femore, osso radiale).

Frattura dell'anca

La frattura più grave associata all'osteoporosi. La causa più comune di una frattura è una caduta, ma ci sono anche fratture spontanee. Il tempo di trattamento di questa malattia in ospedale è più lungo rispetto ad altre malattie comuni - fino a 20-30 giorni. Tali pazienti sono costretti a rispettare il riposo a letto per un lungo periodo, il che rallenta il recupero. Il 50% dei pazienti sviluppa complicanze tardive. Le statistiche sulla mortalità sono deludenti: il 15-30% dei pazienti muore entro un anno. La presenza di due o più fratture precedenti peggiora questo indicatore.

Frattura vertebrale

Le fratture più "silenziose" sono le fratture vertebrali da compressione. Sono più comuni di altre fratture e possono verificarsi spontaneamente da lievi lesioni o sollevamento pesi. Il loro "silenzio" e rara rilevazione è dovuto al fatto che i pazienti spesso non notano alcun disturbo o, in questo caso, i sintomi dell'osteoporosi sono troppo deboli per consultare un medico. Il paziente può sentire dolore alla schiena, notare una diminuzione della crescita. Sfortunatamente, queste persone si rivolgono spesso a un neurologo, ricevono cure che non riducono la sofferenza e l'osteoporosi rimane inosservata. Come altre fratture dovute all'osteoporosi, le fratture vertebrali aumentano la mortalità e riducono significativamente la qualità della vita.

Fratture dell'avambraccio.

Le fratture più dolorose che richiedono l'uso prolungato di un calco in gesso per 4-6 settimane. Un disturbo comune dei pazienti dopo la rimozione dell'intonaco è dolore, gonfiore nel sito di frattura e disfunzione del braccio. La causa più comune di una frattura è una caduta su un braccio disteso.

Tutte queste fratture limitano il solito per l'attività del paziente e compromettono significativamente la qualità della sua vita. La cosa peggiore è l'isolamento, la perdita di indipendenza e il solito ruolo sociale. La paura di diventare un "peso" per la tua famiglia.

Conseguenze delle fratture che si verificano sullo sfondo dell'osteoporosi:

Fisico: dolore, affaticamento, deformazione ossea, disabilità, disfunzione d'organo, limitazione prolungata dell'attività.

Psicologico: depressione, ansia (paura di cadere), ridotta autostima, deterioramento della condizione generale.

Economico: costi del trattamento ospedaliero, trattamento ambulatoriale.

Sociale: isolamento, perdita di indipendenza, perdita del solito ruolo sociale.

Diagnosi e sintomi dell'osteoporosi

La prima cosa che puoi fare da sola prima di visitare un medico è misurare la tua altezza e ricordare come era tra i 20-30 anni. Se c'è una diminuzione della crescita di almeno 2-3 cm, questo è già un "faro" e devi essere esaminato ulteriormente. Naturalmente, questo non significa che l'osteoporosi sia esattamente. Una diagnosi accurata può essere fatta da un medico solo dopo aver esaminato, intervistato e prescritto un breve elenco di esami.

L'osteoporosi è preceduta da osteopenia - una moderata diminuzione della densità ossea, in cui il rischio di fratture è moderato. Ma lui è! E superiore a quelli che non hanno problemi con il sistema osseo. In ogni caso, l'osteoporosi è meglio prevenire che curarla. Quali sono i sintomi dell'osteoporosi e dell'osteopenia? Quali test e studi possono essere prescritti da un medico?

Reclami e sintomi nell'osteoporosi:

  • Mal di schiena acuto o cronico.
  • Crescita ridotta
  • Cifosi toracica (curvatura patologica della colonna vertebrale nella regione toracica - "gobba").
  • Bruciore di stomaco.
  • Disturbo delle feci - frequenti feci.
  • Dolore al petto, restrizione del respiro, sensazione di mancanza di respiro.
  • Protrusione addominale

Test di laboratorio:

  • Emocromo completo: abbassare il livello di emoglobina
  • Il calcio nel sangue è elevato (+ albumina di sangue).
  • Fosfatasi alcalina - aumentata
  • Calcio urinario - Aumento / diminuzione.
  • TTG - aumentato.
  • Testosterone (per gli uomini) - abbassato.
  • I marker (velocità di distruzione) della distruzione ossea - piridinolina, deossipiridinolina, beta-CrossLaps, telopeptide C e N-terminale del sangue - sono aumentati.

Studi strumentali:

  • Densitometria ossea a raggi X (metodo diagnostico di riferimento).
  • Radiografia (non informativo, rivela solo grave osteoporosi).
  • Scintigrafia ossea (metodo aggiuntivo, rivela fratture recenti, aiuta ad eliminare altre cause di mal di schiena).
  • Biopsia ossea (per casi atipici di osteoporosi).
  • RM (diagnosi di fratture, gonfiore del midollo osseo).

Attualmente, il metodo di ricerca strumentale più informativo è la densitometria a raggi X: uno studio che determina la densità delle ossa esaminate. È meglio esaminare le vertebre della colonna lombare, l'osso radiale e il collo del femore - le ossa più "fragili" e suscettibili. In precedenza, sono stati condotti studi sul calcagno e sulle ossa della mano - al momento tali studi non sono informativi e non riflettono lo stato reale del sistema osseo.

La formazione speciale prima dello studio non viene eseguita. La densitometria è un metodo di ricerca non invasivo e non provoca disagio. La dose di radiazioni è molto bassa.

Tuttavia, se si riscontra una piccola diminuzione della densità ossea, è impossibile stimare la predizione dell'ulteriore distruzione ossea e il rischio di fratture basate su una singola densitometria.

Informazioni importanti sulla valutazione del rischio di frattura sono fornite dal calcolatore FRAX. Questo calcolatore può essere trovato in libero accesso su Internet digitando il motore di ricerca "frax calculator in Russian". I dati di riempimento non richiedono dati di laboratorio e il punto 12 (risultati della densitometria) è facoltativo, ma non obbligatorio. Con questo calcolatore, ogni persona di età superiore a 40 sarà in grado di scoprire da sé la probabilità di una frattura dell'anca (frattura dell'anca) e di altre fratture osteoporotiche (maggiore osteoporosi) nei prossimi 10 anni di vita (misurata in%). Ad esempio, in questo esempio, una donna di 55 anni con un indice di massa corporea (IMC) di 26 (la norma va da 18 a 25), la presenza di una precedente frattura e una frattura dell'anca nei genitori, la probabilità di una frattura del collo dell'anca è dell'1,9% - basso e altre fratture sono 27 % - media. Una donna del genere può essere avvisata di consultare un medico e un ulteriore esame.


Sulla base dei dati ottenuti su FRAX, è stata decisa la presenza di fattori di rischio per l'osteoporosi, la densitometria, i sintomi dell'osteoporosi e altri studi, la questione della prevenzione e l'eventuale trattamento su base individuale.

  • Si raccomanda a tutte le donne di età pari o superiore a 65 anni che non ricevono trattamenti per l'osteoporosi di sottoporsi a un esame del sistema osseo! Le donne di età inferiore ai 65 anni e gli uomini - con diversi fattori di rischio e sintomi di osteoporosi.
  • Se inizi la prevenzione e il trattamento dell'osteoporosi in tempo, non solo puoi fermare un'ulteriore distruzione delle ossa, ma anche ripristinarle, riducendo il rischio di fratture di oltre il 50%!

Prevenzione dell'osteoporosi

La buona notizia è che la prevenzione dell'osteoporosi non richiede costi finanziari speciali ed è accessibile a tutti. È necessario tenere presente che le misure preventive devono essere eseguite in modo completo e solo allora è possibile ottenere un buon risultato. Prestare attenzione al fatto che la prevenzione deve essere effettuata non solo nei casi in cui vi è osteopenia, o il sistema osseo è ancora in buone condizioni. Se l'osteoporosi è già presente, dovrebbero essere seguite tutte le linee guida di prevenzione. Il trattamento dell'osteoporosi è la prevenzione + il trattamento farmacologico. Ma ne parleremo più avanti.

È stato dimostrato che l'esercizio quotidiano e l'assunzione di calcio e vitamina D rallentano, e l'eccessivo entusiasmo dell'alcool (con una frequenza di oltre 30 ml di alcool puro al giorno), il fumo e il peso corporeo ridotto accelerano la distruzione delle ossa.

Quindi, per la prevenzione dell'osteoporosi, è necessario:

  • Aumentare l'assunzione di alimenti ricchi di calcio (se necessario, compresse di calcio).
  • Assunzione di vitamina D (esposizione al sole, cibi ricchi di vitamina D, vitamina D in soluzione).
  • Un'adeguata attività fisica (camminata, nordic walking, ginnastica).
  • Smettere di fumare, consumo moderato di alcol (fino a 2 bicchieri al giorno).
  • Limite di caffè (fino a 2 tazze al giorno).
  • Mantenere il peso corporeo normale.
  • Mangia più verdure e frutta (più di 500 g al giorno).
  • Evitare cadute

Consideriamo queste raccomandazioni in modo più dettagliato.

Percentuali di assunzione di calcio

Per le donne prima della menopausa e gli uomini di età inferiore ai 65 anni - 1000 mg / giorno.

Per le donne dopo la menopausa e gli uomini sopra i 65 anni - 1500 mg / giorno.

Come stimare la quantità di calcio al giorno che consumiamo con il cibo? Il calcolo può essere eseguito come segue. Durante il giorno, registra tutti i latticini e i latticini consumati, indicando la loro quantità e, sulla base della tabella sottostante, calcola l'assunzione giornaliera di calcio per ogni giorno della settimana.

Cos'è l'osteoporosi e come trattarla?

Circa il 66% delle persone sopra i 50 ha segni di osteoporosi, espressi in vari gradi. In futuro, la prevalenza di questa patologia aumenterà a causa dell'invecchiamento generale della popolazione. Questo è un problema medico e sociale importante che non solo i medici, ma anche le persone comuni devono essere a conoscenza al fine di adottare misure per la prevenzione e il trattamento di questa malattia nel tempo.

Cos'è?

L'osteoporosi è una malattia del sistema scheletrico che si verifica con un'eccessiva perdita di massa ossea, la loro lenta formazione o una combinazione di questi due processi. Di conseguenza, uno scheletro forte si indebolisce, aumenta la probabilità di fratture e anche con poco sforzo.

L'osteoporosi significa letteralmente "porosità delle ossa". L'esame al microscopio di ossa sane è simile a un nido d'ape. In caso di malattia, i difetti e le cavità appaiono in queste "cellule". Tali ossa diventano meno dense e si rompono più spesso. Chiunque abbia più di 50 anni e abbia subito una frattura dovrebbe sottoporsi a uno studio per rilevare l'osteoporosi.

Questa patologia è abbastanza comune. Circa 25 milioni di russi hanno una massa ossea bassa, che aumenta il rischio di lesioni. Ogni seconda donna e ogni quarto uomo di età pari o superiore a 50 anni soffrono di fratture dovute a questa malattia.

Le fratture rappresentano una grave complicanza dell'osteoporosi, soprattutto nei pazienti anziani. L'articolazione dell'anca, la coscia, la colonna vertebrale, il polso sono spesso danneggiati, ma altre ossa possono essere colpite. Di conseguenza, si verifica un dolore prolungato, molti pazienti perdono la crescita. Quando la malattia colpisce le vertebre, porta a un cedimento, e quindi a una curvatura della colonna vertebrale e una violazione della postura.

L'osteoporosi porta a una cattiva postura

La malattia può limitare la mobilità, portando ad una sensazione di isolamento dal mondo e depressione. Inoltre, fino al 20% degli anziani che hanno fratturato il collo del femore muore entro un anno dalle complicazioni di una frattura o dal suo trattamento chirurgico. Molti pazienti richiedono assistenza a lungo termine a casa.

L'osteoporosi è spesso chiamata "malattia silenziosa" perché una persona non sente le sue ossa indebolirsi. Il primo segno della malattia può essere solo una frattura, una diminuzione della crescita o un cambiamento di postura. Negli ultimi due casi, è necessaria la consultazione del medico.

motivi

L'osteoporosi si verifica quando c'è uno squilibrio tra la formazione dell'osso e la distruzione dell'osso (riassorbimento). I due minerali coinvolti in questo processo sono calcio e fosforo. Durante la vita, il corpo usa queste sostanze dall'esterno per formare le ossa. Il calcio è anche necessario per il normale funzionamento del cuore, del cervello e di altri organi. Al fine di preservare le loro funzioni, con una carenza di calcio, il corpo inizia a utilizzare le sue riserve ossee, a seguito delle quali la loro forza diminuisce.

Di solito la massa ossea viene persa per molti anni. Spesso una persona impara sulla sua malattia solo in una fase avanzata, quando si sviluppa una frattura patologica.

La causa principale della malattia - la mancanza di ormoni sessuali. La malattia viene più spesso diagnosticata nelle donne dopo 60 anni. In questo momento, hanno una postmenopausa, durante la quale la produzione di estrogeni praticamente si ferma. Altri fattori che contribuiscono alla perdita ossea negli anziani:

  • carenze nutrizionali di calcio e vitamina D;
  • mancanza di allenamento per la forza;
  • alterazioni ormonali correlate all'età non correlate alla carenza di estrogeni.

Inoltre, ci sono molti problemi di salute e farmaci che aumentano la probabilità di osteoporosi. Per una qualsiasi delle seguenti condizioni, è necessario consultare il proprio medico su questa patologia:

  • malattie autoimmuni (artrite reumatoide, lupus, sclerosi multipla, spondilite anchilosante);
  • disturbi digestivi (celiachia, enterite, colite, effetti della chirurgia bariatrica);
  • procedure mediche (rimozione gastrica - gastrectomia, imposizione di anastomosi di bypass nell'intestino);
  • cancro al seno o alla prostata;
  • malattie del sangue (leucemia, linfoma, mieloma multiplo, anemia falciforme, talassemia);
  • patologia del sistema nervoso (ictus, morbo di Parkinson, sclerosi multipla, lesione del midollo spinale);
  • malattia mentale (depressione, disturbi alimentari - anoressia o bulimia);
  • malattie endocrine (diabete, iperparatiroidismo, ipertiroidismo, sindrome di Cushing, menopausa precoce);
  • Infezione da HIV, anche nella fase di AIDS;
  • malattia ostruttiva cronica ed enfisema;
  • triade di atleti: mancanza di mestruazioni, dieta malsana ed esercizio eccessivo);
  • rene cronico o malattia del fegato;
  • trapianto di organi;
  • polio porting;
  • il digiuno;
  • scoliosi.

Alcuni farmaci possono essere dannosi per le ossa, anche se devono essere assunti per altre malattie. La perdita ossea è solitamente più alta con farmaci ad alte dosi oa lungo termine. Questo processo può provocare questi farmaci:

  • antiacidi contenenti alluminio;
  • alcuni anticonvulsivanti, fenobarbital;
  • farmaci antitumorali chemioterapici;
  • Ciclosporina A e Tacrolimus;
  • ormoni che liberano la gonadotropina, per esempio, zoladex;
  • eparina;
  • sali di litio;
  • Depo Provera;
  • metotressato;
  • inibitori della pompa protonica (omeprazolo);
  • bloccanti selettivi della ricaptazione della serotonina (Prozac);
  • glucocorticoidi;
  • tamoxifene;
  • ormoni tiroidei e altri.

Con l'uso a lungo termine di questi fondi, è necessario ridurre il rischio di osteoporosi utilizzando i metodi disponibili, ad esempio, per ottenere abbastanza calcio e vitamina D, per fare esercizi di forza, non fumare.

Molti fattori scatenano la malattia.

Fattori di rischio per lo sviluppo della malattia:

  • genere femminile e corporatura magro, peso inferiore a 50 kg;
  • età avanzata (oltre 75 anni);
  • menopausa precoce, artificiale o fisiologica;
  • fumo, anoressia, bulimia, mancanza di calcio negli alimenti, consumo di alcol e scarsa mobilità;
  • artrite reumatoide;
  • immobilità prolungata, per esempio, riposo a letto;
  • predisposizione genetica.

sintomi

I segni dell'osteoporosi negli uomini e nelle donne sono simili.

Nelle fasi iniziali, la malattia non può causare alcun sintomo. Successivamente, porta a perdita di crescita, dolore sordo alle ossa, muscoli, specialmente nel collo e nella parte bassa della schiena.

Con la progressione della malattia, il dolore acuto può improvvisamente svilupparsi. Spesso si irradia (si estende) ad altre aree, aumenta con la pressione o, per esempio, poggiando su un arto, dura per una settimana, e poi gradualmente si abbassa, approssimativamente per 3 mesi.

Le fratture vertebrali da compressione portano alla curvatura della colonna vertebrale con la formazione della cosiddetta "gobba della vedova".

Casi in cui è necessario consultare un medico:

  • dolore persistente al collo o alla parte bassa della schiena in una donna in postmenopausa;
  • forte dolore agli arti o alla schiena, che impedisce il normale movimento;
  • lesioni da sospetta frattura vertebrale, collo del femore o ossa dell'avambraccio.

Un altro dei segni di patologia è la rapida perdita di denti e le difficoltà nelle protesi dentali.

Le fratture ossee osteoporotiche portano a forti dolori, riducono la qualità della vita, portano alla disabilità. Fino al 30% dei pazienti che hanno subito una frattura dell'anca richiede assistenza a lungo termine a domicilio. I pazienti anziani possono sviluppare polmonite e trombosi venosa profonda, complicate da embolia polmonare. A causa del lungo riposo a letto. Circa il 20% dei pazienti con una tale frattura muore entro l'anno successivo a causa degli effetti indiretti della lesione.

Dopo aver subito una frattura vertebrale, il rischio di danni ripetuti nei prossimi anni è molto alto. Ad esempio, nel 20% delle donne anziane con una frattura delle vertebre, sarà ripetuto l'anno successivo.

Tassi di osteoporosi

La gravità dell'osteoporosi è determinata clinicamente. Se c'è una frattura di un grosso osso o di un corpo vertebrale, così come un gran numero di fratture causate dall'azione di una forza debole (bassa energia), al paziente viene diagnosticata una grave osteoporosi.

Inoltre, i valori della densità minerale ossea (BMD), ottenuti da uno studio speciale - densitometria, sono presi in considerazione. L'analisi dei suoi risultati si basa sul confronto tra i dati di una persona malata e il valore medio nelle persone sane. La differenza di questi numeri è espressa nella deviazione standard o nei cosiddetti criteri T.

Se il normale T-test è -1 o più, quindi con l'osteoporosi, il suo valore è -2.5. Quando, con tali risultati, il paziente ha ancora fratture, è un grave grado di osteoporosi.

Distruzione ossea nella malattia

Inoltre, ci sono criteri radiologici per valutare le condizioni delle ossa. Sono stati sviluppati già nel 1966 e oggi vengono utilizzati poco a causa del basso valore diagnostico per determinare la fase iniziale del processo e le difficoltà della diagnosi differenziale con altre cause di cambiamenti nel tessuto osseo.

  • 1 ° grado: viene determinata la diminuzione del numero di setti ossei (trabecole);
  • 2 ° grado (lieve): le trabecole sono assottigliate, la densità della sostanza ossea è ridotta, quindi le placche terminali (i confini tra la parte principale e la zona di crescita ossea sono più pronunciati;
  • 3 ° grado (moderato): quando si esamina la colonna vertebrale, è visibile il biconcavo dei corpi vertebrali, la loro estrusione, uno dei quali può essere nella forma di un cuneo (conseguenza di una frattura da compressione);
  • 4 ° grado (grave): l'osso è demineralizzato, le cosiddette vertebre di pesce sono chiaramente visibili, ci sono più deformazioni a forma di cuneo.

Ora i medici diagnosticano le radiazioni evitando di usare il termine "osteoporosi" nella descrizione dei roentgenogrammi, usando le espressioni "ridotta densità dell'osso osseo", "maggiore trasparenza" o "atrofia del modello osseo".

Se viene rilevata una frattura da compressione di una vertebra, la sua gravità viene valutata riducendo l'altezza della base ossea rispetto alle vertebre intatte:

  • 1 ° grado: leggero cambiamento di forma, riduzione dell'altezza del 20%;
  • Grado 2: ceppo medio, altezza ridotta del 20-40%;
  • 3 ° grado: deformità grave, vertebra a forma di cuneo, altezza ridotta di oltre il 40% della norma.

Quindi, se un paziente ha fratture caratteristiche di questa malattia, e in densitometria e raggi X, la gravità dell'osteoporosi non corrisponde alla clinica, i medici sono guidati dai sintomi della malattia per determinare il grado di patologia.

diagnostica

Il riconoscimento dell'osteoporosi si basa su un chiaro algoritmo per valutare il suo rischio in ogni paziente. Tale diagnosi dovrebbe essere effettuata da un reumatologo e, in presenza di fratture, da un traumatologo.

Reclami, storia della malattia

Prima dello sviluppo di una frattura, l'osteoporosi è difficile da sospettare sulla base di tali disturbi. Pertanto, il medico stima la probabilità di una frattura nei prossimi 10 anni basata sull'algoritmo FRAX. Questo algoritmo diagnostico dovrebbe essere usato in tutte le donne dopo la cessazione delle mestruazioni e in tutti gli uomini sopra i 50 anni.

Dati clinici chiave presi in considerazione per valutare il rischio di frattura osteoporotica:

  • età e genere;
  • il paziente ha l'artrite reumatoide, il diabete di tipo 1, la tireotossicosi, l'ipogonadismo, la menopausa di età inferiore ai 40 anni, la fame cronica, la malattia intestinale con violazione dell'assorbimento di nutrienti, malattie del fegato;
  • frattura dell'anca nella madre o nel padre del paziente;
  • il fumo;
  • basso peso corporeo;
  • assunzione regolare di alcol;
  • assunzione di prednisone in una dose superiore a 5 mg / die per almeno 3 mesi, indipendentemente dalla durata di questo trattamento.

Se il paziente ha già una frattura causata da un impatto a bassa energia su coscia, colonna vertebrale o fratture multiple, l'algoritmo FRAX non viene utilizzato e non viene eseguita la densitometria. Dopo aver escluso altre possibili cause di tali fratture, la diagnosi di osteoporosi viene stabilita clinicamente.

Il medico attira anche l'attenzione sui disturbi legati a fratture da compressione dei corpi vertebrali, che il paziente stesso non ha potuto notare. Questo è:

  • allungando il collo, la testa inclinata in avanti, lo spasmo muscolare;
  • dolore al petto, incapacità a fare un respiro profondo, dolore al cuore senza riguardo al carico, bruciore di stomaco;
  • tensione dei legamenti lungo la spina dorsale;
  • contatto dell'arco costale con i bordi superiori delle ossa pelviche;
  • osteoartrite dell'articolazione dell'anca;
  • minzione frequente, tendenza alla stitichezza dovuta alla deformazione della cavità addominale.

Ispezione visiva

Misurare l'altezza e il peso del paziente, determinare l'indice di massa corporea. Con il suo declino sotto la norma negli ultimi anni, possiamo ipotizzare una diminuzione della massa ossea. Specificare la crescita del paziente all'età di 25 anni. Se è diminuito di 4 cm e più, si sospetta la presenza di fratture del corpo vertebrale. La stessa diagnosi viene suggerita se la crescita è diminuita di 1-2 cm negli ultimi 1-3 anni.

Altri segni di danno alla colonna vertebrale:

  • pieghe della pelle sui lati e sul dorso;
  • la distanza tra il bordo inferiore delle costole e il bordo superiore delle ossa pelviche è inferiore alla larghezza di due dita;
  • l'impossibilità di stare vicino al muro per toccarle la testa, cioè raddrizzare la schiena;
  • protrusione addominale, accorciamento del torace e allungamento degli arti.

Inoltre, il medico identifica possibili segni di malattie che causano l'osteoporosi secondaria.

Metodi di laboratorio

Con una diagnosi clinicamente consolidata di osteoporosi, nonché con l'inefficacia del trattamento precedente, a tutti questi pazienti vengono prescritti test di laboratorio:

  • emocromo completo: i suoi cambiamenti (anemia, aumento della VES, leucocitosi) offrono l'opportunità di sospettare l'artrite reumatoide, le malattie oncologiche, incluso il mieloma e altre malattie; l'osteoporosi stessa non causa anomalie specifiche;
  • analisi biochimiche con determinazione del calcio, fosforo, magnesio, creatinina, test di funzionalità epatica, glucosio è necessario per escludere controindicazioni a determinati farmaci per il trattamento dell'osteoporosi, nonché per rilevare la forma secondaria della malattia;
  • determinazione della velocità di filtrazione glomerulare, che riflette il lavoro dei reni;

Se si sospetta un'osteoporosi secondaria, il medico prescrive la ricerca necessaria, che può includere:

  • determinazione di TSH e T4 con tireotossicosi;
  • 25- (OH) vitamina D con una mancanza di efficacia del trattamento;
  • ormone paratiroideo per rilevare ipo-e iperparatiroidismo;
  • testosterone e ormoni gonadotropici (FSH, LH) nei giovani con sospetto ipogonadismo.

In rari casi, per la diagnosi differenziale delle cause dell'osteoporosi vengono utilizzati:

  • elettroforesi proteica, determinazione della catena leggera delle immunoglobuline (mieloma multiplo);
  • Anticorpi IgA e IgG verso la transglutaminasi tissutale (enteropatia celiaca);
  • ferro siero e ferritina (anemia);
  • omocisteina (omocistinuria);
  • prolattina (iperprolattinemia);
  • triptasi (mastocitosi sistemica).

Alcuni pazienti richiedono ulteriori test delle urine:

  • elettroforesi proteica (mieloma multiplo);
  • calcio e fosforo (iperparatiroidismo, osteomalacia);
  • cortisolo libero (ipercortisolismo);
  • istamina (mastocitosi sistemica, tumori ormone-attivi).

Per valutare l'efficacia del trattamento iniziato, vengono esaminati i cosiddetti marcatori di rimodellamento, cioè il rimodellamento osseo. Se si nomina un mezzo per sopprimere il riassorbimento (riassorbimento), vengono analizzati uno o più indicatori:

  • piridinolina;
  • deossipiridinolina;
  • N-terminale procollagene tipo I;
  • Collagene del tipo telopeptide C-terminale tipo I.

Quando si utilizzano farmaci che migliorano l'osteogenesi, viene esaminata la fosfatasi alcalina (specifica dell'osso), l'osteocalcina e / o il procollagene di tipo N-terminale.

Le analisi vengono effettuate prima dell'inizio della terapia e dopo 3 mesi. Normalmente, a questo punto, gli indicatori cambiano del 30% o più. Se ciò non accade, il paziente probabilmente non segue il regime di trattamento o è inefficace.

Test di laboratorio per sospetta osteoporosi.

Sulla base di soli test di laboratorio, senza cliniche di frattura, fattori di rischio e dati di densitometria, la diagnosi di osteoporosi non può essere fatta. Pertanto, non è consigliabile fare questa ricerca in modo indipendente nei laboratori commerciali.

Metodi diagnostici strumentali

Uno degli obiettivi della diagnosi dell'osteoporosi è l'individuazione delle fratture del corpo vertebrale. Con questa patologia, la frequenza delle successive lesioni spinali è aumentata di 3 - 5 volte e il rischio di lesioni al collo del femore o ad altre ossa grandi - di 2 volte. La direzione della radiografia della colonna vertebrale nelle regioni toracica e lombare (proiezione laterale) deve essere rilasciata a tali pazienti:

  • con mal di schiena prolungato;
  • con una diminuzione della crescita di 4 cm nella vita o 2 cm negli ultimi anni;
  • assumendo costantemente prednisone o altri glucocorticoidi;
  • con livelli di glicemia costantemente alti nel diabete di tipo 2;
  • riceve costantemente insulina per il diabete;
  • con fratture di altra localizzazione.

Lo studio viene eseguito una volta. Successivamente, si ripete solo con l'apparizione o esacerbazione del mal di schiena, una riduzione documentata dell'altezza, il cambiamento di postura o prima dell'abolizione dei farmaci contro l'osteoporosi.

In casi non chiari, a volte sono richieste tomografia computerizzata o imaging a risonanza magnetica e scintigrafia scheletrica. Sono necessari per la diagnosi differenziale con altre malattie.

È impossibile diagnosticare l'osteoporosi sulla base di una radiografia solo se non ha una caratteristica deformità a cuneo delle vertebre.

La densitometria dello scheletro assiale è raccomandata solo per quei pazienti che hanno un rischio medio di fratture secondo FRAX, per scoprire se è necessario o meno l'uso di farmaci. Le persone a basso rischio non hanno bisogno di medicinali, e ad alto rischio di fratture, i farmaci possono essere prescritti senza densitometria.

Questo è il metodo più accurato per diagnosticare lo stato del tessuto osseo. Può essere usato per valutare l'efficacia della terapia, ma non più di 1 volta all'anno.

Ulteriori metodi per valutare la densità ossea:

  • tomografia computerizzata quantitativa, comprese le ossa periferiche;
  • DXA periferico;
  • densitometria ad ultrasuoni quantitativa.

Questi studi non diagnosticano l'osteoporosi, ma aiutano a determinare il rischio di fratture.

Trattamento di osteoporosi

Sono utilizzati trattamenti non farmacologici, farmacologici e chirurgici.

Terapia farmacologica

I gruppi di farmaci, i loro nomi commerciali internazionali e le principali indicazioni sono presentati nella tabella.

Cause, sintomi e trattamento dell'osteoporosi, prevenzione

L'osteoporosi è una malattia del tessuto osseo, una maggiore fragilità ossea dovuta alla carenza di calcio. Per un paziente con osteoporosi, anche lesioni lievi possono trasformarsi in una frattura. L'insorgenza dell'osteoporosi è solitamente dovuta a un disturbo metabolico.

Supponiamo che una persona sia inciampata, abbia aperto senza successo una pesante porta o faccia cadere un pesante libro sul pavimento. Per i pazienti affetti da osteoporosi, qualsiasi situazione che sembra semplice può finire in un modo molto pietoso - una frattura. Le donne sono più sensibili a questa malattia, specialmente nel periodo di interruzione ormonale, durante la menopausa, gli uomini soffrono di questa malattia molto meno spesso.

Il più delle volte si verifica nelle donne che hanno vissuto l'inizio della menopausa e sono in menopausa. Sono loro che fanno parte del "gruppo a rischio" che dovrebbe essere particolarmente attento alla loro salute e tenere conto di tutte le manifestazioni della malattia.

I sintomi dell'osteoporosi

I sintomi dell'osteoporosi più spesso non compaiono, le persone possono vivere per molti anni, inconsapevoli che tali processi avvengono nei loro corpi. Ma ancora, come i principali sintomi dell'osteoporosi, gli scienziati notano una diminuzione del tessuto osseo, a volte dolori dolorosi nella parte bassa della schiena, frequenti fratture.

I medici ordinari spesso non sono in grado di determinare la causa di frequenti fratture, ma solo specialisti così stretti come ortopedici o chirurghi possono sospettare la malattia e quindi inviare radiografie di ossa, ecc. Le donne vengono inviate a un ginecologo. Nell'osteoporosi, il paziente può diminuire di dimensioni a causa di una diminuzione del tessuto osseo, anche diventare più basso in altezza di 10-15 cm.

I sintomi dell'osteoporosi includono:

affaticamento significativo (indica un generale indebolimento del corpo, deterioramento del metabolismo e una più lenta compensazione di tutte le funzioni);

crampi agli arti inferiori, che si verificano principalmente durante la notte;

placca eccessiva sullo smalto dei denti;

dolore alle ossa o alla parte bassa della schiena;

evidente fragilità e predisposizione delle unghie all'esfoliazione;

ingrigimento precoce (è abbastanza raro);

problemi associati al funzionamento del tratto gastrointestinale (innescato da gravi deformità spinali, che letteralmente mette sotto pressione gli organi interni della donna, compreso lo stomaco);

l'insorgenza del diabete mellito (l'osteoporosi è anche un disturbo endocrino, pertanto è necessaria la consultazione di questo specialista);

altre malattie che sono associate a disfunzione del metabolismo e del metabolismo del sale.

battito cardiaco eccessivo.

È impossibile non prestare attenzione a sintomi così gravi come:

fratture ossee;

sensazione di pesantezza nell'area tra le scapole;

debolezza muscolare generale;

crescita al ribasso;

Loro, a loro volta, sono la prova che la malattia è in una fase successiva. L'osteoporosi è spesso irreversibile in questa fase, è solo possibile arrestare la sua progressione o rallentare tutti i suoi effetti sul corpo.

Cause dell'osteoporosi

La causa dell'osteoporosi può essere una lunga esperienza di fumo, abuso di alcool, problemi digestivi, malfunzionamenti di sostanze metaboliche o malattie ereditate. Nella vecchiaia, l'osteoporosi si trova spesso a causa del basso assorbimento di calcio e dei nutrienti nell'intestino.

Ma il più delle volte la causa dell'osteoporosi è, di regola, lo squilibrio ormonale. Principalmente l'osteoporosi si verifica nelle donne ed è associata alla menopausa. Il punto non è la mancanza di calcio nel corpo, e in violazione del lavoro di costruzione delle cellule del tessuto osseo. Nel nostro corpo ci sono due tipi di cellule: costruttive e distruttive. La menopausa interrompe la funzione di costruire cellule. Dobbiamo andare dal ginecologo o cercare strumenti che ripristinano il corpo durante la menopausa.

Se impieghi molto tempo con farmaci come i corticosteroidi sintetici, il tuo corpo inizia a soffrire. La mancanza di ormoni a causa di farmaci può portare a malattie come l'osteoporosi.

Con l'età, tutte le persone hanno una diminuzione del grado di densità ossea, riducendone significativamente la forza e il tono. Questi sono cambiamenti abbastanza spiegabili che si verificano nel corpo a causa dell'invecchiamento. Ma in certe categorie di persone, tali cambiamenti si formano molto prima nel tempo e procedono più intensamente. È stato identificato un numero significativo di cause di questa malattia.

Ci sono anche ragioni che non possono essere cambiate:

appartenente al sesso femminile;

Razza caucasoide o mongoloide (è dimostrato che tra gli afroamericani il rischio di osteoporosi è quasi pari a zero: è possibile perché spesso trascorrono molto tempo al sole, il che rafforza la struttura ossea);

tessuto osseo scheletrico indebolito o assottigliato;

la categoria di età ha più di 65 anni (a questa età inizia la naturale perdita di calcio da parte del corpo umano, che può essere parzialmente ripristinata);

fattore genetico (con il grado di vicinanza della parentela non importa).

Ci sono anche fattori di rischio che possono essere influenzati:

cibo saturo di calcio e vitamina D (dovresti mangiare più calcio e vitamina possibile in questo gruppo);

uso di alcuni farmaci, ad esempio corticosteroidi e anticonvulsivanti (dovrebbero essere ridotti al minimo se possibile.) Se ciò non è possibile, immediatamente dopo la fine della loro somministrazione si raccomanda di contattare un terapeuta manuale e in futuro di ricordare il rischio di educazione);

uso frequente di farmaci ormonali;

stile di vita ipodinamico (è dimostrato che più uno stile di vita è agile, meno è a rischio di osteoporosi);

qualsiasi forma di fumo;

consumo eccessivo di bevande alcoliche (più di tre gruppi al giorno con vari gradi di forza);

disfunzione dell'apparato digerente, endocrino e pancreas;

cambiamenti ormonali che si verificano durante la menopausa;

disfunzione delle ovaie o loro rimozione (porta allo squilibrio ormonale o all'inizio della menopausa, che a sua volta può essere un catalizzatore per lo sviluppo dell'osteoporosi);

problemi nel lavoro delle ghiandole surrenali (di per sé, non è la causa della formazione della malattia, ma l'assunzione di farmaci potrebbe provocarlo)

tutte le altre malattie delle ghiandole endocrine (sono più spesso direttamente correlate agli squilibri ormonali).

Pertanto, la comparsa dell'osteoporosi sarà del tutto prevedibile, se si conoscono tutte le ragioni che influenzeranno la formazione della malattia presentata.

L'osteoporosi di tipo senile si verifica a causa di carenza di calcio associata all'età e alla perdita di equilibrio tra la forzatura della distruzione del tessuto osseo e il tasso di formazione di nuovo tessuto di tipo osseo. "Senile" implica che lo stato presentato si forma in età avanzata, il più delle volte in persone di età pari o superiore a 70 anni. Questa malattia è due volte più comune nelle donne rispetto ai maschi. Nelle donne, è quasi sempre combinato con lo stadio postmenopausale.

Va notato in particolare che in meno del 5% dei casi la malattia è causata da qualche altro disturbo o dall'assunzione di determinati farmaci. Questa è una forma di osteoporosi, nota come secondaria. Può essere formato nelle condizioni sopra indicate. Supponi problemi ai reni o ghiandole endocrine. Eccessivo bere attivo e dipendenza dal fumo esacerbano solo la malattia presentata.

C'è anche un'osteoporosi "giovanile" idiopatica. Questo è il tipo più raro di osteoporosi, la cui causa è attualmente sconosciuta. Si forma nei neonati, bambini e persone in giovane età, che hanno livelli normali di ormoni e vitamine nel sangue. Inoltre, non hanno visto alcuna ragione comprensibile per la diminuzione della densità del tessuto osseo.

Tassi di osteoporosi

Determina la gravità dell'osteoporosi, come:

grado primario, che viene rilevato in una diminuzione della densità ossea. Quando la diagnostica a raggi X rivela una trasparenza significativa dell'ombra dei raggi X e la striatura delle sagome delle vertebre. Questo grado di malattia è determinato esclusivamente dalla ricerca medica;

osteoporosi di grado secondario o moderata - apparente diminuzione della densità ossea. Allo stesso tempo, i corpi vertebrali acquisiscono una specifica forma biconcava, si forma una deformazione della forma a cuneo di una delle vertebre. Questo grado di malattia si manifesta nelle più forti sensazioni dolorose;

grave osteoporosi, o un grado terziario - rivela una nitida trasparenza delle vertebre durante l'esame a raggi X. Altrimenti, è chiamato vetro e la presenza di una deformazione a forma di cuneo alla volta in diverse vertebre. In questa fase, l'osteoporosi è già evidente.

Osteoporosi dell'articolazione dell'anca

Conosciuta una tale forma di questa malattia, come l'osteoporosi dell'articolazione dell'anca. Nella sua genesi, non è diverso dall'osteoporosi delle restanti ossa, ad eccezione della localizzazione nella stessa area. Il posto più vulnerabile in questa manifestazione della malattia è il collo del femore. La frattura dell'area nelle persone anziane finisce spesso con la morte o l'incapacità di muoversi nella solita modalità normale.

In modo schiacciante, solo l'endoprotesi consente di ripristinare completamente il funzionamento dell'articolazione dell'anca.

L'osteoporosi del tipo presentato può avere i seguenti tre tipi di localizzazione:

locale - mentre c'è una diminuzione del grado di densità del tessuto osseo e delle parti superiori del femore nella fase iniziale di tali malattie come la necrosi specifica delle parti superiori del femore e della malattia di Perthes;

regionale - è formato esclusivamente in caso di artrosi dell'articolazione dell'anca;

comune - ottiene il suo sviluppo in relazione alla disfunzione della circolazione sanguigna negli arti inferiori.

L'osteoporosi dell'articolazione dell'anca può formarsi a causa dell'osteoporosi sistemica, che è molto più tipica di questa malattia.

Con la forma presentata della malattia, i tessuti ossei perdono la capacità di mantenere carichi fisiologici ottimali. La lesione totale delle articolazioni dell'anca e del ginocchio in questo caso è innescata dal fatto che è principalmente su di loro che il carico più significativo è posto nel processo di movimento.

L'osteoporosi dell'articolazione dell'anca inizia a svilupparsi per un intero elenco di motivi:

perdita prolungata delle funzioni motorie degli arti inferiori nel processo di trattamento a lungo termine di fratture, lussazioni e altre lesioni. Ciò causa l'atrofia delle funzioni motorie, che è quasi impossibile portare a uno stato normale;

carico significativo su un arto nel caso in cui il secondo è stato rimosso o alterato. Questa opzione influisce negativamente anche sul funzionamento di un determinato arto, in conseguenza del quale perde la memoria muscolare;

complicazione della circolazione sanguigna in determinate condizioni specifiche. Stiamo parlando di ustioni, congelamento, flemmone (decomposizione infiammatoria o purulenta dei tessuti) e altri, che diventano anche catalizzatori per atrofia muscolare e tissutale;

L'osteoporosi transitoria deve essere considerata una forma speciale di osteoporosi delle articolazioni dell'anca nelle donne. Si forma nella femmina nelle ultime fasi della gravidanza e negli uomini di età compresa tra 30 e 40 anni.

Rileva questa forma della malattia è possibile su raggi X o palpazione (in alcuni casi). La rilevazione tempestiva è molto importante, perché ti consentirà di iniziare un trattamento adeguato il prima possibile.

Indipendentemente dalle ragioni della manifestazione della malattia presentata, l'allenamento fisico terapeutico dovrebbe essere considerato come componenti essenziali del processo di trattamento. È questo che rende possibile "portare in forma" i processi metabolici nei tessuti ossei, per regolare il grado di mobilità articolare e l'attività muscolare. Un tale recupero richiede molto tempo, e più la persona è anziana, più le complicazioni vanno.

Il rigoroso programma di un pasto e una frequente permanenza sul sole attivo e passivo sono molto importanti. Il secondo offre un'opportunità per rendere più veloce la produzione di vitamina D e, di conseguenza, rafforzare il tessuto osseo. Consentito e assunzione di farmaci, ma solo sulla nomina di uno specialista. Può essere sia un farmaco con calcio e vitamina D3 (o altri metaboliti), sia bifosfonati. Non è desiderabile assumere farmaci ormonali per le donne che hanno raggiunto l'età di 70 anni. Tuttavia, a volte questo è l'unico modo per riportare la struttura del tessuto osseo alla normalità.

Diagnosi dell'osteoporosi

Un certo numero di metodi sono stati sviluppati per diagnosticare l'osteoporosi. L'analisi a raggi X consente di rilevare l'esaurimento osseo solo quando le perdite hanno raggiunto più del 30%. Pertanto, questo metodo ha senso ricorrere esclusivamente al grado secondario della malattia.

Un metodo più moderno, che viene quasi sempre eseguito con l'osteoporosi, è l'analisi dell'altezza della colonna vertebrale e il conteggio della loro relazione. Il modo migliore per considerare la densitometria. Questo è ciò che rende possibile determinare con precisione il grado di densità del tessuto osseo, il rapporto del calcio nel corpo umano, così come il numero di depositi muscolari e di grasso.

Questo metodo dovrebbe essere considerato il più sicuro, perché solo non usa i cosiddetti metodi isotopici di esposizione, che sono unicamente dannosi per l'uomo. Si basa sulla determinazione della densità dello scheletro e rivela il minerale e altri componenti attivi del tessuto osseo. Il suo vantaggio è nella velocità di ottenere risultati e perfetta assenza di dolore.

Inoltre, non si dovrebbe sottovalutare il test standard del sangue e delle urine, che consente di valutare realisticamente lo stato del metabolismo del fosforo e del calcio.

Questo aiuta dati come:

L'analisi generale del calcio è uno dei componenti specifici fondamentali del tessuto osseo, l'elemento traccia più importante che è coinvolto nella creazione dello scheletro, il funzionamento del muscolo cardiaco, l'attività nervosa e muscolare, così come la coagulazione del sangue e tutti gli altri processi. Le variazioni nella forma e nello stadio dell'osteoporosi si manifestano in vari cambiamenti nel grado di concentrazione di calcio. I valori ottimali di calcio sono i seguenti: da 2,2 a 2,65 mmol per litro.

Il fosforo inorganico è un componente del minerale osseo, che è presente nel corpo umano come sali (fosfati di calcio e magnesio) e partecipa al processo di formazione del tessuto osseo e al metabolismo energetico del tipo cellulare. L'85% del fosforo totale si trova esattamente nelle ossa. Le modifiche in termini di rapporto del fosforo nel sangue possono essere notate in varie forme di cambiamenti nel tessuto osseo, non si tratta solo di osteoporosi. Gli indicatori ottimali di fosforo dovrebbero essere considerati da 0,85 a 1,45 micromoli per litro.

La sostanza ormone paratiroideo, che è prodotta dalle ghiandole paratiroidi ed è responsabile per lo scambio di tipi di calcio e fosforo nel corpo. L'identificazione della concentrazione di ormone paratiroideo può fornire la base di informazioni più importante per l'identificazione di varie forme di osteoporosi. Gli indicatori ottimali dell'ormone paratiroideo sono da 9,5 a 75,0 pg per ml. Questo va da 0,7 a 5,6 pmol per litro.

Il deossipiridone, che è indicato come DPID, è una designazione per il grado di distruzione del tessuto osseo. Può essere rilevato nelle urine. Il rilevamento con le urine aumenta con l'osteoporosi di tipo postmenopausale, osteomalacia, tireotossicosi e iperparatiroidismo iniziale.

I migliori indicatori di DPID variano in base al genere:

per i maschi è da 2,3 a 5,4 nmol;

per le donne è da 3,0 a 7,4 nmol.

L'osteocalcina è la principale proteina specifica del tessuto osseo, che partecipa attivamente al processo di restauro osseo e allo sviluppo di un nuovo tipo di tessuto. Tassi eccessivi di osteocalcina sono presenti nella fase iniziale dell'iperparatiroidismo, in quelli che hanno ipertiroidismo e acromegalia. Nell'osteoporosi di tipo postmenopausale, si trova entro i parametri ottimali o aumentato. Con l'osteomieliazione e l'osteodistrofia renale, il rapporto tra osteocalcina è ridotto. Questo sondaggio è necessario per rilevare l'osteoporosi e il trattamento di controllo, con un aumento del rapporto di calcio nel sangue umano.

Gli indicatori ottimali di osteocalcina sono i seguenti:

maschi - da 12,0 a 52,1 ng per ml;

le donne nel periodo premenopausale - da 6,5 ​​a 42,3 ng per ml;

donne in postmenopausa - da 5,4 a 59,1 ng per ml

Pertanto, nel processo di diagnosi dell'osteoporosi nelle donne, è importante prestare attenzione a eventuali fluttuazioni dei dati ed effettuare tutte le ricerche disponibili. È questo che renderà possibile una diagnosi accurata e tempestiva e, di conseguenza, ottenere il trattamento ottimale che ti aiuterà nel più breve tempo possibile.

Come trattare l'osteoporosi?

L'osteoporosi viene trattata con farmaci, le persone con disturbi endocrini sono prescritti farmaci che aiuteranno a ripristinare i livelli ormonali. Agli anziani vengono prescritti integratori nutrizionali ricchi di calcio e vitamina D. Alle donne viene prescritta una terapia ormonale sostitutiva e bifosfonati durante la menopausa.

Inoltre, a volte i pazienti possono essere prescritti fisioterapia, massaggio, tutto questo in piccoli dosaggi a causa della fragilità delle ossa. Possono, se necessario, scrivere con speciali corsetti di sostegno.

Completamente trattato dall'osteoporosi non è possibile, ma è possibile imparare a convivere con lui e sospendere l'ulteriore sviluppo della malattia. Per questo c'è bisogno di camminare, fare jogging, ballare. Tutto ciò può fornire al tessuto osseo lo "stress" sano necessario e renderlo più forte. Tali esercizi forniranno un'opportunità per rafforzare i muscoli e modificare la coordinazione e l'equilibrio.

Un altro trattamento ideale per l'osteoporosi, che è raccomandato per tutte le donne, dovrebbe essere considerato una dieta "sana" con un rapporto individuale selezionato di calcio e vitamina D. Il modo migliore per controllare una dieta equilibrata, che si basa sui postulati della piramide alimentare.

In questo caso è particolarmente necessario assicurarsi che il paziente riceva il numero necessario di calcio, ma anche di vitamina D. Ciò può verificarsi sia nel processo di alimentazione del cibo, sia durante l'uso di integratori alimentari.

Trattamento bifosfonato

Uno dei metodi più moderni per trattare l'attuale malattia nelle donne è i bifosfonati. Sono gli analoghi più stabili dei pirofosfati, che si formano naturalmente. Funzionano sul corpo femminile nel modo seguente: sono incorporati nella struttura del tessuto osseo, rimangono in esso per un lungo periodo di tempo e rallentano la prenotazione ossea riducendo l'attività degli osteoclasti.

Al momento, i bifosfonati dovrebbero essere considerati un metodo riconosciuto per prevenire e trattare l'osteoporosi, non solo nelle donne, ma anche negli uomini.

Gli studi che sono stati condotti con successo su molte migliaia di pazienti hanno dimostrato che i bisfosfonati:

assolutamente non pericoloso;

ben tollerato dal corpo umano;

avere pochi effetti collaterali;

inibire la riserva ossea;

influenzare positivamente l'aumento della densità minerale ossea (BMD);

ridurre la probabilità di fratture.

Ad oggi, solo una certa quantità di bifosfonati viene utilizzata nella pratica attiva, vale a dire alendronato, rizendronato, ibondronato, acido zoledrinico. Sono caratterizzati da una varietà di modi e modi di introduzione nel corpo.

L'alindronato deve essere considerato il bisfosfonato più noto e ben studiato. Il suo grado di efficacia è stato dimostrato in numerose indagini su quelli con osteoporosi. Gli studi sono stati effettuati in presenza di fratture nell'area delle vertebre.

Inoltre, questo farmaco è efficace nella prevenzione dell'osteoporosi nelle donne in postmenopausa con osteopenia. In media, l'alindronato riduce del 50% la probabilità di fratture della localizzazione più diversa del 50% e la probabilità di fratture più specifiche nella regione vertebrale del 90%.

Questo farmaco è prescritto alla dose di 70 mg, cioè una compressa, una volta alla settimana. Nell'osteoporosi postmenopausale, il rizendronato viene anche usato alla dose di 30 mg a settimana.

Droga "Miakaltsik"

Oltre ai metodi di linea primaria precedentemente presentati nel trattamento dell'osteoporosi, in alcuni casi è possibile utilizzare calcitonine di salmone. Questo strumento è un analogo specifico della ormone della calcitonina endocrina, che partecipa attivamente al ripristino dell'omeostasi del calcio.

Una caratteristica del farmaco "Miakaltsik", che contiene il salmone della calcitonina, dovrebbe essere considerato che riduce significativamente il rischio di fratture, escludendo al contempo l'ovvia dinamica della malattia. Ciò è diventato possibile grazie al suo effetto positivo sulla qualità del tessuto osseo (la loro micro e macroarchitettura).

La probabilità della formazione di nuove fratture nella colonna vertebrale nel processo di trattamento "Miakaltsikom" ridotto del 36%. In questo caso, il farmaco è caratterizzato da un altro parametro che viene attivamente utilizzato nella pratica medica attiva: "Miakaltsik" produce un evidente effetto analgesico per quelle sensazioni provocate dalle fratture.

Terapia ormonale sostitutiva

Va anche notato, e terapia ormonale sostitutiva (HRT). È lei che vanta un alto grado di efficacia nella donna in postmenopausa. C'è un serio effetto collaterale della terapia proposta, che è la trombosi venosa. A questo proposito, nel processo di prescrizione di questo trattamento, è imperativo che una donna venga informata di possibili complicazioni.

Ma nonostante ciò, è proprio la TOS che rimane la misura preventiva del gruppo fondamentale di donne con menopausa fino a 45 anni. Inoltre, è uno strumento che rimuove efficacemente tutti i sintomi vegetativi di un tipo clinico caratteristici della menopausa.

In ogni caso, il problema di prescrivere la terapia ormonale sostitutiva della donna richiede un approfondito esame ginecologico e della mammella e un monitoraggio.

Con costanti sensazioni dolorose nella regione lombare, alcuni esercizi che rafforzano i muscoli della schiena possono essere abbastanza efficaci. Sollevamento pesi e cadute possono solo peggiorare i sintomi. Pertanto, il carico costante raccomandato in termini fisici.

Prevenzione dell'osteoporosi

Prevenire l'osteoporosi è molte volte più facile che curarla. Le misure preventive sono di mantenere o aumentare il grado di densità ossea applicando il rapporto richiesto di calcio. È necessario implementare carichi fisici con pesi e, per alcune categorie, l'uso di farmaci attivi.

Esercizi speciali con pressione sulle ossa, ad esempio, camminare e fare jogging lungo le rampe di scale, hanno un effetto positivo sull'aumento del grado di densità del tessuto osseo. Gli stessi esercizi che non sono associati a tale carico - il nuoto, non hanno alcun effetto sul grado di densità ossea. Pertanto, è molto importante consultare uno specialista e in nessun caso non intraprendere un'autoterapia. Questo può essere irto di complicazioni ancora maggiori nell'osteoporosi nelle donne.

A quale medico curare per l'osteoporosi?

Per esaminare la presenza di osteoporosi, è consigliabile contattare specialisti come endocrinologo, reumatologo, ginecologo e specialista in traumi ortopedici. Un numero così impressionante di medici è necessario perché il corpo femminile è un tutto unico e l'osteoporosi può essere causata da una varietà di malfunzionamenti nel corpo.

Ciò significa che sarà necessario trattare non solo il disturbo presentato, ma anche ciò che lo ha provocato. Per l'individuazione di problemi più profondi, è necessario essere esaminati da un numero significativo di specialisti. Esaminato da ciascuno dei medici rappresentati dopo i 40 anni è necessario almeno una volta all'anno. Questo approccio fornirà un'opportunità per prevenire l'insorgenza della malattia e contribuire a mitigare le sue manifestazioni, in particolare, per prevenire le fratture.

Prima di tutto, è necessario sottoporsi a esami da un endocrinologo e un ginecologo, che indicheranno la necessità di test per gruppi di ormoni e, in caso di necessità, saranno inviati a un reumatologo o ortopedico. Sono questi specialisti che determinano il trattamento adeguato e aiuteranno a risolvere tutti i problemi di salute che sono apparsi.

Autore dell'articolo: Kuzmina Vera Valerievna | Dietologo, endocrinologo

Istruzione: Diploma RSMU loro. N. I. Pirogov, specialità "Medicina generale" (2004). Residenza presso l'Università Statale di Medicina e Odontoiatria di Mosca, diploma in "Endocrinologia" (2006).