Ridurre l'altezza dei dischi intervertebrali

Problemi con la colonna vertebrale preoccupano molte persone moderne che conducono uno stile di vita passivo. Una diminuzione dell'altezza dei dischi intervertebrali è osservata nell'80% delle persone nel mondo che hanno raggiunto l'età di 50-60 anni. I cambiamenti patologici si verificano gradualmente e causano l'instabilità delle vertebre, l'ernia e la distorsione della postura.

I dischi intervertebrali sono un tessuto cartilagineo connettivo che fissa le vertebre della cresta in una posizione. La mobilità e la flessibilità della colonna vertebrale, la capacità di condurre una normale vita attiva dipendono dal loro stato normale. A causa della particolare struttura del tessuto, agiscono come ammortizzatori durante la corsa, il salto, la flessione e altri movimenti. L'impatto costante di una serie di fattori negativi porta all'usura e al rilassamento dei dischi.

Come si sviluppa la sconfitta?

I dischi intervertebrali sono costituiti da un nucleo morbido e un guscio denso - l'anello fibroso, racchiuso in piastre ialine. Non ci sono vasi sanguigni in questa cartilagine, il che significa che il cibo viene fornito loro dai tessuti molli vicini. Lo sviluppo normale dei muscoli, carichi adeguati sul corpo e l'assenza di problemi con il sistema circolatorio rendono possibile mantenere i dischi tra le vertebre in buona salute.

La comparsa di cambiamenti degenerativi nel corpo (lo sviluppo dell'osteocondrosi), uno stile di vita passivo, il lavoro sedentario, la mancanza di sport - tutto ciò porta a rigidità del movimento, dolore alla schiena durante le curve, oltre a gonfiore e spasmi.

A loro volta, aggravano gravemente la circolazione sanguigna, che peggiora le condizioni dell'area patologica. Col passare del tempo, i dischi perdono acqua e cessano di essere flessibili, compaiono microcracks. Di conseguenza, nel tempo, l'altezza del disco intervertebrale diminuisce.

motivi

La causa principale della comparsa della patologia nelle persone di qualsiasi età è il rallentamento del metabolismo nel corpo, il flusso sanguigno alterato e le carenze nutrizionali nel tessuto cartilagineo. Ma, in aggiunta, i seguenti fattori possono influenzare i disturbi nutrizionali nei dischi intervertebrali e ridurre la loro altezza:

  • nutrizione squilibrata;
  • l'obesità;
  • cambiamenti nei tessuti con l'età;
  • infortunio o stress;
  • processi infettivi;
  • la gravidanza;
  • stress e disordini metabolici nei tessuti.

Sintomi della malattia

I segni dei cambiamenti patologici dipendono in gran parte dallo stadio e dalla localizzazione. Condizionalmente, la malattia procede in più fasi:

  • L'iniziale Il danno al disco è minore, quindi l'aspetto di un problema per molti passa inosservato. I pazienti in questa fase lamentano solo la rigidità dei movimenti nelle prime ore dopo il risveglio, così come la comparsa di disagio alla schiena durante l'esercizio.
  • Il secondo I cambiamenti degenerativi nel disco continuano a progredire. Degrado caratteristico osservato e difetti della membrana fibrosa. In questa fase, l'apparizione della curvatura della colonna vertebrale della regione toracica, l'instabilità delle singole vertebre e un forte dolore durante la permanenza prolungata in una posizione scomoda sono evidenti.
  • Attivo. In questa fase, appaiono delle crepe nel disco, o inizia ad andare oltre i limiti anatomici. Le caratteristiche di questo stadio sono gonfiore, infiammazione, spasmi muscolari e una diminuzione della sensibilità di certe aree o arti.
  • Progressive. In questa fase, una diminuzione dell'altezza dei dischi intervertebrali, la loro uscita oltre la vertebra e la formazione di osteofiti sono evidenti. Segni di patologia sono la perdita di mobilità del segmento, la paralisi dell'arto e la disfunzione degli organi interni, che spesso porta alla completa invalidità.

Test diagnostici

Oggi gli specialisti usano una varietà di moderne tecnologie per condurre procedure diagnostiche al fine di identificare la patologia del disco intervertebrale in una fase precoce.

Quando compaiono i primi segni, si rivolgono a un neurologo, che dopo un esame visivo, interrogando il paziente e studiando la storia, assegna i seguenti studi:

  • X-ray. Permette di rilevare anomalie nella regione cervicale anche nella fase in cui i sintomi non vengono osservati.
  • MR. Nominato dove l'esame a raggi X non è efficace (per la diagnosi di ernie intervertebrali nella fase iniziale). Con l'aiuto di un dispositivo del genere, puoi notare tutti i cambiamenti degenerativi nel tronco spinale.
  • Electroneurogram. Consente di rilevare i processi caratteristici nei percorsi nervosi o la loro sconfitta.
  • Discografia. Permette di studiare il danno nella struttura del disco.

Il neuropatologo seleziona il trattamento sulla base delle informazioni dopo l'esame e il quadro clinico.

Caratteristiche del trattamento

Ridurre l'altezza dei dischi intervertebrali è trattata con un metodo conservativo, un farmaco o un intervento chirurgico, a seconda delle condizioni del paziente, della posizione del problema, dello stadio della malattia. In alcuni casi, la progressione della malattia e la crescita degli osteofiti rallentano o rallentano leggermente, il che migliora la condizione della cartilagine nel suo complesso. Tutte le azioni sono finalizzate all'eliminazione del dolore, al miglioramento della circolazione sanguigna e delle reazioni metaboliche, nonché al ripristino della mobilità del disco.

Il trattamento è necessariamente complesso e include molte delle seguenti attività:

  • fisioterapia e procedure manuali;
  • studio dell'articolazione per migliorare il movimento della linfa e del sangue;
  • esercizio terapeutico;
  • nuoto o yoga;
  • massaggio terapeutico;
  • crioterapia;
  • allungamento della spina dorsale (naturale, hardware o acqua);
  • procedure per rafforzare le strutture muscolari, ossee e dei legamenti del corpo.

Tutto ciò è accompagnato dall'uso di antidolorifici per eliminare le sensazioni spiacevoli nell'area dei dischi cervicali o di altre aree, nonché farmaci per alleviare l'infiammazione e il tessuto cartilagineo. Per un certo periodo di tempo, si consiglia al paziente di indossare un corsetto di sostegno, un completo rifiuto delle cattive abitudini e della dieta.

Azione preventiva

L'ernia del disco intervertebrale l5 s1 è trattata a lungo e difficile, quindi ogni persona a rischio dovrebbe prendersi cura di una prevenzione di alta qualità. Impedirà la riduzione dell'altezza dei dischi di altre localizzazioni, che proteggerà da possibili altre complicazioni. I principali metodi di prevenzione sono:

  • una corretta alimentazione regolare;
  • controllo del peso corporeo, esclusione dell'aspetto di chili in più;
  • mantenimento costante del bilancio idrico;
  • esclusione di situazioni stressanti;
  • fare ginnastica speciale;
  • cessazione del tabacco e dell'alcool;
  • esercizio regolare.

Tali semplici azioni rafforzeranno la struttura muscolare e stabiliranno i processi metabolici tra i dischi del lombare e i tessuti adiacenti. Ciò fornirà supporto per la loro altezza normale e la salute del midollo spinale.

Ridurre l'altezza dei dischi intervertebrali lombari

Ridurre l'altezza dei dischi intervertebrali

Ridurre l'altezza dei dischi intervertebrali (osteocondrosi intervertebrale) è abbastanza comune. Più dell'80% della popolazione mondiale è colpita. I pazienti spesso cercano aiuto medico quando la situazione è andata troppo oltre. Per evitare complicazioni, è importante rilevare il problema nel tempo, sottoporsi a un trattamento. Devi sapere come si manifesta la diminuzione dei dischi intervertebrali, che cos'è, quali fattori provocano.

Anatomia dell'articolazione vertebrale

Per capire cos'è l'osteocondrosi intervertebrale, è necessario comprendere l'anatomia umana, scoprire come si verifica la malattia, come si sviluppa. La colonna vertebrale è una parte importante del corpo umano. Consiste di vertebre e dischi intervertebrali. Nel centro della colonna vertebrale è il canale spinale. Questo canale si trova nel midollo spinale. Dal midollo spinale diverge la rete di nervi spinali responsabili dell'innervazione di varie parti del corpo.

I dischi intervertebrali fungono da ammortizzatore (riducono il carico sulla colonna vertebrale) e proteggono il midollo spinale da eventuali danni. Il disco è costituito da un nucleo centrale e un anello fibroso che circonda il nucleo. Il nucleo ha una consistenza simile a una borchia. Consiste di polisaccaridi, proteine, acido ialuronico. L'elasticità del nucleo è attaccata all'anello fibroso - un tessuto denso che circonda il nucleo.

Nei dischi intervertebrali non ci sono vasi. Tutti i nutrienti vengono da loro dai tessuti vicini.

Cause dell'osteocondrosi intervertebrale

Ridurre l'altezza dei dischi si sviluppa a causa di disturbi circolatori, rallentamento dei processi metabolici, mancanza di nutrienti necessari (ad esempio, nella regione cervicale). Ci sono molte cause di malnutrizione. Fattori di rischio per la riduzione dell'altezza del disco:

  • L'età cambia;
  • mancanza di esercizio;
  • sovrappeso;
  • Nutrizione impropria;
  • ereditarietà;
  • traumi;
  • lo stress;
  • Disordini metabolici;
  • la gravidanza;
  • infezione;
  • Cattive abitudini;
  • Caratteristiche individuali;
  • Malattie dell'apparato muscolo-scheletrico;
  • Indossare scarpe con i tacchi alti.

Spesso, i cambiamenti negativi nei dischi intervertebrali si verificano sotto l'influenza di diversi fattori. Per il beneficio del trattamento, è necessario considerare tutti i motivi. Insieme alle misure terapeutiche, cerca di eliminarli.

Come sorge e si sviluppa

Sotto l'influenza di fattori negativi, la nutrizione del disco intervertebrale viene interrotta. Di conseguenza, è disidratato. Molto spesso il processo si verifica nella colonna lombare e cervicale, almeno - nella colonna vertebrale toracica.

Fasi di sviluppo dell'osteocondrosi intervertebrale:

  1. I processi patologici si verificano nel disco intervertebrale stesso, senza alterare il tessuto circostante. Innanzitutto, il nucleo del disco perde elasticità, quindi inizia a collassare. L'anello fibroso diventa fragile, il disco inizia a perdere altezza;
  2. Parti del nucleo iniziano a spostarsi in tutte le direzioni. Tale processo provoca la sporgenza dell'anello fibroso. Il disco intervertebrale è ridotto di un quarto. Le terminazioni nervose vengono violate, il flusso linfatico e la circolazione sanguigna sono disturbati;
  3. Il disco continua a deformarsi e collassare. In questa fase, la sua altezza è ridotta della metà rispetto alla norma. Sullo sfondo di cambiamenti degenerativi, la colonna vertebrale comincia a deformarsi. C'è la sua curvatura (scoliosi, lordosi, cifosi), ernia intervertebrale. Ernia intervertebrale - rottura dell'anello fibroso e l'uscita del nucleo oltre i suoi confini;
  4. L'altezza del disco continua a diminuire. Un'ulteriore deformità della colonna vertebrale è accompagnata da uno spostamento delle vertebre.

A causa di cambiamenti degenerativi, si verificano escrescenze ossee, compaiono malattie associate. L'osteocondrosi intervertebrale porta allo sviluppo della sciatica secondaria e persino alla disabilità. Pertanto, la diagnosi precoce dei sintomi, la diagnosi tempestiva e il trattamento sono di grande importanza.

Sintomi di patologia

I sintomi della malattia dipendono dalla fase del suo sviluppo. L'inizio della riduzione dell'altezza dei dischi è spesso asintomatico. Alcuni pazienti notano rigidità nel movimento. Ulteriore sviluppo della malattia è accompagnato da dolore.

A seconda della localizzazione del focus dell'infiammazione, si distinguono i seguenti sintomi:

  • Regione cervicale: mal di testa, rigidità, intorpidimento della regione cervicale, vertigini, parestesia delle mani, dolore al petto, arti superiori. Spesso, la sconfitta di questa zona è accompagnata da debolezza, calo di pressione e oscuramento negli occhi. I sintomi si sviluppano a seguito della compressione dell'arteria vertebrale da parte di dischi intervertebrali che hanno cambiato la loro posizione.
  • Dipartimento di Thoracic. Sindrome del dolore debole in quest'area (dolore sordo, dolorante). Spesso ci sono sintomi simili a gastrite, nevralgia intercostale, angina pectoris. Abbassare l'altezza dei dischi è accompagnata da intorpidimento e dolore alle estremità, pelle d'oca nel petto, disagio al cuore, fegato e stomaco.
  • Regione lombare. Tale localizzazione si manifesta con dolore acuto nella regione lombare, nelle natiche, nella parte inferiore della gamba, nelle cosce e nella rigidità dei movimenti. Abbassare l'altezza dei dischi porta alla parestesia (compromissione della sensibilità) e alla debolezza delle gambe.
  • Processi degenerativi in ​​diversi reparti - osteocondrosi comune.

Trovando questi sintomi in te stesso, dovresti consultare immediatamente un medico. Il trattamento precoce può ridurre significativamente il rischio di disturbi secondari. Se inizi una malattia, le conseguenze possono essere disastrose, fino al punto di completa immobilizzazione (disabilità).

Diagnosi della malattia

Spesso l'osteocondrosi si manifesta con sintomi simili ad altre malattie (radicolite, angina, ecc.). Pertanto, una diagnosi accurata viene effettuata solo sulla base del sondaggio. La diagnosi della riduzione del disco inizia con un esame da parte di un neurologo.

Dopo aver chiarito i reclami e raccolto l'anamnesi, sulla base del quadro clinico, il medico assegnerà ulteriori metodi diagnostici strumentali:

  • Radiografia - un metodo efficace per la diagnosi di osteocondrosi. Permette di identificare i cambiamenti patologici (ad esempio nella regione cervicale) anche allo stadio 1 della malattia, quando non ci sono sintomi. Tuttavia, il verificarsi di un'ernia intervertebrale nella fase iniziale dell'esame a raggi X non mostrerà.
  • La risonanza magnetica (MRI) consente di identificare l'ernia intervertebrale, valutare i cambiamenti degenerativi nel midollo spinale.
  • L'elettromiografia (elettroneurografia) rivela danni alle vie nervose.
  • La Discografia ti consente di esplorare tutto il danno nella struttura del disco.

Trattamento dell'osteocondrosi intervertebrale

È impossibile curare completamente la diminuzione dell'altezza dei dischi. Puoi solo fermare lo sviluppo di processi patologici. Procedure dirette:

  • Per alleviare il dolore;
  • Migliorare la circolazione sanguigna e le reazioni metaboliche;
  • Ripristino della mobilità dei dischi vertebrali.

In questo caso, il trattamento può essere conservativo o operativo. Tutto dipende dallo stadio della malattia. I metodi di trattamento dovrebbero essere selezionati da un neurologo, sulla base dei risultati dell'esame e del quadro clinico. A seconda dei sintomi e dello stadio di sviluppo della malattia, vengono utilizzati diversi tipi di farmaci:

  • I farmaci antinfiammatori non steroidei sono usati per alleviare l'edema e ridurre l'infiammazione (Naiz, Ketanov, Movalis, ecc.);
  • Per migliorare il metabolismo, sono prescritti complessi vitaminici (Milgam, Unigam);
  • Per migliorare il flusso sanguigno - Eufilin, Trenetal;
  • Per alleviare lo spasmo usare diversi tipi di rilassanti muscolari (Mydocalm, Tizanidine).

Farmaci e dosaggi dovrebbero essere selezionati solo da uno specialista. Non automedicare. Questo può portare a gravi conseguenze.

Il medico può prescrivere una varietà di antidolorifici. Nei casi più gravi, viene utilizzato il blocco della droga. Durante il periodo di trattamento è necessario osservare un trattamento delicato per la schiena. Esclude qualsiasi carico sulla colonna vertebrale. Il medico può prescrivere un corso di fisioterapia, fisioterapia, massaggi, nuoto. Tutte queste procedure aiutano ad alleviare lo spasmo muscolare, migliorare la circolazione sanguigna e la nutrizione nei dischi intervertebrali.

L'intervento chirurgico è richiesto solo se il trattamento a lungo termine non funziona.

Misure preventive

La diagnosi precoce e il trattamento ben scelto sono importanti, ma anche le misure preventive svolgono un ruolo importante. Metodi di prevenzione della riduzione dell'altezza dei dischi intervertebrali:

  • Corretta alimentazione;
  • Mantenimento del bilancio idrico del corpo (40 ml di liquido per 1 kg di peso corporeo);
  • Liberarsi delle cattive abitudini;
  • Perdita di peso;
  • Esecuzione di ginnastica speciale;
  • Ridurre gli effetti dello stress sul corpo.

Inoltre, è necessario evitare l'ipotermia, lesioni alla colonna vertebrale, sollevamento pesi. Una volta all'anno è necessario sottoporsi a un esame preventivo, per la tempestiva identificazione dei problemi con la colonna vertebrale.

Cosa è irto e perché l'altezza dei dischi intervertebrali può essere ridotta

Durante l'esame della colonna vertebrale è stata fatta una diagnosi: l'altezza dei dischi intervertebrali è ridotta, cosa significa e quanto è pericoloso? Che cosa fare dopo, continuare a vivere una vita normale o è meglio fare qualcosa? È meglio conoscere le risposte a queste domande fin dall'infanzia, poiché oltre l'80% delle persone nel mondo, anche se in misura diversa, sono legate a problemi con la colonna vertebrale. Per capire come e perché l'altezza dei dischi intervertebrali diminuisce, è necessario scavare un po 'nell'anatomia.

Struttura della colonna vertebrale e funzione del disco intervertebrale

La colonna vertebrale è il supporto principale del corpo umano, costituito da segmenti (parti), vale a dire le vertebre. Esegue supporto, assorbimento degli urti (a causa di dischi intervertebrali) e funzioni protettive (protegge il midollo spinale da eventuali danni).

Il midollo spinale, che si trova rispettivamente nel canale spinale della colonna vertebrale, è una struttura piuttosto elastica in grado di adattarsi ai cambiamenti nella posizione del corpo. A seconda della regione spinale, i nervi spinali si staccano da esso, innervando alcune parti del corpo.

  • La testa, le spalle e le braccia innervano i nervi che si diramano dalla regione cervicale.
  • La parte centrale del corpo è opportunamente innervata dai nervi che si diramano dalla parte toracica della colonna vertebrale.
  • Parte inferiore del corpo e gambe - innervata dai nervi che si diramano dal segmento lombosacrale della colonna vertebrale.

Di conseguenza, in caso di problemi con innervazione (compromissione della sensibilità, forte reazione al dolore, ecc.) Di qualsiasi parte del corpo, si può sospettare lo sviluppo di patologia nella sezione corrispondente della colonna vertebrale.

Dal momento in cui una persona ha iniziato a camminare dritto, il carico sulla colonna vertebrale è aumentato in modo significativo. Di conseguenza, il ruolo dei dischi intervertebrali è cresciuto.

Dischi intervertebrali

Le strutture fibrose e cartilaginee costituite da un nucleo circondato da anelli fibrosi (tessuto tendineo) e che hanno la forma di una piastra arrotondata tra le vertebre sono chiamate dischi intervertebrali. Il loro scopo principale è l'ammortamento (riduzione del carico).

Come diminuisce l'altezza dei dischi intervertebrali

C'è un punto importante nella struttura dei dischi intervertebrali, che è correlato allo sviluppo della patologia - non contengono vasi, quindi i nutrienti arrivano dai tessuti situati nelle vicinanze. In particolare, i muscoli spinali appartengono a quest'ultimo. Pertanto, in caso di comparsa di distrofia (malnutrizione) dei muscoli spinali, c'è una malnutrizione dei dischi intervertebrali.

Studente, ma allo stesso tempo abbastanza elastico (a causa dell'anello fibroso che lo limita), il nucleo del disco fornisce una connessione affidabile e allo stesso tempo elastica delle vertebre l'una con l'altra. Come risultato della rottura dell'approvvigionamento di nutrienti, il disco inizia a disidratarsi, perde la sua altezza ed elasticità, l'anello fibroso perde anche la sua flessibilità, diventa più fragile. La connessione delle vertebre si deteriora, l'instabilità degli aumenti della spina dorsale colpita aumenta.

Con l'ulteriore sviluppo del processo avviene la rinascita (degenerazione) e l'indurimento del tessuto cartilagineo del disco, che diventa simile all'osso. Il disco è ulteriormente ridotto in dimensioni, perde altezza, cessa di svolgere la funzione di deprezzamento e inizia a esercitare pressione sulle terminazioni nervose, provocando dolore.

I processi degenerativo-distrofico (degenerazione e malnutrizione) in cui vi è una diminuzione dell'altezza dei dischi intervertebrali e la rapida crescita degli osteofiti (formazioni ossee) sono chiamati osteocondrosi (spondilosi). I termini hanno radici greche, che significano rispettivamente - l'articolazione (spina dorsale), la fine -----------------------------------------------------------------

Osteocondrosi complicata

In questo scenario, la patologia non è solo nelle malattie che causano disturbi del disco trofico. Molto spesso con lesioni spinali o con carichi traumatici, il disco viene schiacciato, seguito dalla protrusione del nucleo, se ciò accade senza compromettere l'integrità dell'anello fibroso, allora si chiama protrusione, se il prolasso (protrusione) è accompagnato dalla rottura dell'anello e dall'uscita del nucleo oltre disco intervertebrale erniato.

Allo stesso tempo, a causa della compressione, anche l'altezza dei dischi diminuisce, e con un ulteriore aumento della pressione, la dimensione dell'ernia aumenterà.

Cosa minaccia di ridurre l'altezza dei dischi intervertebrali

Ci sono quattro fasi dello sviluppo della patologia. Ognuno di loro ha le sue caratteristiche peculiari:

I. La forma iniziale, ancora nascosta, del flusso. Minor disagio, di solito si manifesta al mattino e scompare durante il giorno. La maggior parte delle persone non chiede aiuto, sebbene si sentano a mobilità limitata. Il disco interessato ha la stessa altezza di quello sano (vicino).

II. Il dolore appare, l'anello fibroso si deforma, la stabilità della colonna vertebrale colpita è disturbata, si sviluppa la mobilità patologica e le terminazioni nervose sono interessate (causando dolore). Sangue e flussi linfatici sono interessati. L'altezza del disco intervertebrale è ridotta di un quarto in meno rispetto al successivo.

III. Ulteriore deformazione e rottura dell'anello del disco, formazione di un'ernia. Patologia deformante delle parti vertebrali interessate (scoliosi - deflessione della colonna vertebrale a lato, cifosi - gobba o lordosi - deflessione). Il disco interessato è in buona salute.

IV. Il finale Spostamento e compattazione delle vertebre interessate, accompagnate da dolore e crescita ossea. Dolore acuto quando si muove, mobilità minima. Possibile disabilità Riduzione ancora più significativa dell'altezza del disco.

Il risultato di una complicazione di un ernia del disco può essere: disfunzione degli organi pelvici e perdita di sensibilità, paralisi dei muscoli delle gambe, movimento in una sedia a rotelle.

Cosa fare, come prevenire

Se trovi un errore, seleziona il frammento di testo e premi Ctrl + Invio.

Ridurre l'altezza dei dischi intervertebrali della colonna cervicale, lombare

Tra le singole parti della colonna vertebrale sono dischi intervertebrali, che svolgono la funzione di deprezzamento. Consistono di tali parti:

  • gherigli - tessuto fibroso con una struttura cartilaginea;
  • anelli composti da tessuto simile al tendine.

Con tutte le sue funzionalità, i dischi intervertebrali non sono nella struttura dei vasi. Pertanto, ricevono nutrienti dai tessuti che li circondano. E se per qualche motivo questi tessuti cessano di ricevere nutrimento, allora i dischi intervertebrali "sperimentano la fame". Tra di loro, parti della colonna vertebrale sono collegate direttamente dal nucleo del disco. E con un apporto limitato di sostanze nutritive:

  1. 1 I tessuti sono disidratati.
  2. 2 I dischi intervertebrali diventano fragili e perdono la loro altezza.

E se il processo di nutrizione tissutale non viene ripristinato, i tessuti cartilaginei del disco si induriscono e assomigliano al tessuto osseo in apparenza. Questo processo è chiamato osteocondrosi (spondilosi). Ma una tale malattia può essere causata da un altro motivo: la compressione meccanica del disco. Questo succede con le lesioni spinali, con carichi insopportabili.

Esistono diverse opzioni di patologia:

  1. 1 protrusione - se non ci sono danni all'anello fibroso.
  2. 2 Disco erniato - se tali disturbi portano alla distruzione dell'anello e allo spostamento dell'anello oltre i suoi limiti.

Cosa può succedere dopo aver ridotto l'altezza dei dischi intervertebrali?

  • Al terzo stadio, la distruzione dell'anello del disco continua e si forma un'ernia. In questa fase della lesione, il disco è la metà della norma. A questo punto, appare:
  • Nella seconda fase, l'anello fibroso cambia. In questa fase, le terminazioni nervose sono strangolate (questo porta al dolore). Il flusso sanguigno e linfatico è già compromesso e l'altezza del disco intervertebrale è inferiore di un quarto rispetto alla norma.
  • Il primo stadio. Minore disagio (disagio). Per lo più sono solo al mattino, nel tempo una persona "cammina". In questa fase, il medico viene trattato molto raramente.
  1. La scoliosi è una curva della spina dorsale in una direzione o nell'altra;
  2. 2 cifosi - la formazione di una gobba;
  3. 3lordoz - curva della dorsale.
  • Il quarto stadio è l'ultimo stadio della deformità spinale. In questa fase, c'è un cambiamento e una compattazione delle vertebre danneggiate. Questo è un processo doloroso. I pazienti avvertono forti dolori acuti mentre camminano, la mobilità articolare è ridotta al minimo. L'altezza del disco è già meno della metà della norma. In questa fase della malattia è possibile stabilire la disabilità del paziente.

L'osteocondrosi lombare si manifesta con i seguenti sintomi:

  1. 1 Quando si inclinano e i movimenti affilati del dolore lombare. Causa disagio e postura scomoda durante il sonno. Grave dolore alla colonna lombare al mattino.
  2. 2 Dolore all'articolazione dell'anca e agli arti inferiori. In questo momento, si formano aree con intorpidimento e bruciore. Il paziente avverte dolore alle gambe ea volte tiro.

La prevenzione della riduzione dell'altezza dei dischi intervertebrali è abbastanza semplice:

  1. 1 È necessario mangiare in modo corretto ed equilibrato.
  2. La ginnastica 2Vital è molto importante per la prevenzione della malattia.
  3. 3 È necessario mantenere il bilancio idrico nel corpo. Per fare questo, bere almeno 2 litri di acqua al giorno. L'acqua aiuta a mantenere il corretto metabolismo nel corpo umano.
  4. 4 Controllare il peso di sollevamento - non sollevare nulla di pesante.
  5. 5 È necessario proteggersi da lesioni, stress e ipotermia.
  6. 6 È necessario sottoporsi periodicamente all'esame preventivo della colonna vertebrale.

Come viene trattata l'osteocondrosi lombare? Dopo un esame approfondito del paziente da parte di un neurologo, vengono assegnati vari esami e test: radiografia, risonanza magnetica, TC, ecc.

Il trattamento prescritto è mirato ad alleviare il dolore nel paziente, alleviando il pizzicamento delle radici nervose.

E tra le altre cose, il trattamento è volto a fermare il processo di distruzione dei dischi.

I principali metodi di trattamento:

  1. 1Medikamentoznye.
  2. 2 terapia manuale.
  3. 3Fizioterapiya.
  4. 4 ginnastica terapeutica.
  5. 5 Intervento chirurgico.

Il trattamento dell'osteocondrosi con i rimedi popolari è tanto popolare quanto il trattamento popolare di altre malattie. Ciò è dovuto alla sua semplicità ed economicità. La medicina tradizionale per il trattamento di questa malattia offre una varietà di tinture, impacchi, sfregamenti. Non interferire con il bagno di sale marino e aghi di pino. Questi bagni aiutano a ripristinare la circolazione sanguigna e rilassare i muscoli.

È meglio usare un trattamento complesso della malattia nel trattamento dell'osteocondrosi lombare. Ma dovrebbe avvenire solo come prescritto da un medico e sotto la sua supervisione.

Cosa minaccia di ridurre l'altezza dei dischi intervertebrali

Il disco intervertebrale è una formazione costituita da tessuto fibroso e cartilagineo, che al centro contiene il nucleo e si trova tra due vertebre adiacenti. Inoltre, è importante capire che i dischi intervertebrali non contengono vasi, il che significa che il cibo viene loro fornito dai tessuti con cui sono circondati. Per questo motivo, in violazione dell'alimentazione dei muscoli della schiena, vale a dire, a causa dei vasi che passano qui, e il disco del midollo si nutre, l'afflusso di sangue è disturbato e queste importanti strutture.

Il disco stesso è abbastanza elastico, ma in assenza di una quantità sufficiente di sostanze nutritive inizia a perdere acqua, che influisce notevolmente sulla sua altezza ed elasticità, mentre l'anello fibroso stesso diventa più fragile. Tutto ciò influenza negativamente la condizione generale della colonna vertebrale, la sua instabilità aumenta e una delle manifestazioni più frequenti di questa patologia può essere considerata una diminuzione dell'altezza dei dischi intervertebrali.

Con un ulteriore corso della patologia, il tessuto cartilagineo della colonna vertebrale diventa più simile al tessuto osseo, che è chiamato degenerazione o rinascita. Il disco soffre ancora di più, diminuisce, perde la sua altezza, cessa di svolgere una delle funzioni più importanti - l'ammortamento. Inoltre, inizia a fare pressione sulle terminazioni nervose vicine. Tutto ciò causa un forte dolore. Questa condizione è chiamata osteocondrosi o spondilosi ed è molto comune tra la parte femminile e quella maschile della popolazione.

Una diminuzione dell'altezza del disco intervertebrale L5-S1 può anche essere osservata in caso di una lesione traumatica alla schiena. Se si verifica una lesione senza compromettere l'integrità dell'anello fibroso, si parla di protrusione. Ma se l'anello si rompe, il nucleo va oltre, quindi si chiama ernia dei dischi.

Di quello che minaccia

Ci sono quattro fasi della patologia. E ognuno di loro ha le sue caratteristiche speciali. Nella fase iniziale della malattia è nascosto. L'unico sintomo è il disagio nella parte posteriore della mattina, che scompare dopo poche ore. L'altezza dei dischi rimane invariata.

Nel secondo stadio, le sensazioni dolorose diventano più forti, inizia la deformazione dell'anello fibroso e la stabilità della parte interessata della colonna vertebrale è gravemente disturbata. Si possono osservare le radici nervose pizzicate, il flusso sanguigno e il flusso linfatico vengono disturbati e può essere rilevata una moderata diminuzione dell'altezza dei dischi intervertebrali.

Al terzo stadio si verifica un'ulteriore deformazione dell'anello del disco e si verifica la sua rottura. Patologie come scoliosi, cifosi o lordosi sono ben espresse. E infine, lo stadio finale è uno spostamento e una compattazione delle vertebre, accompagnata da un forte dolore. Una persona ha opportunità di movimento molto limitate. Altezza del disco ridotta al minimo.

Di conseguenza, possono verificarsi disturbi nel lavoro degli organi pelvici, una completa perdita di sensibilità, persino una paralisi dei muscoli degli arti inferiori. Di conseguenza, una persona riceve una disabilità ed è in grado di muoversi solo su una sedia a rotelle.

Terapia conservativa

Nelle prime fasi di sviluppo, una moderata diminuzione dell'altezza dei dischi intervertebrali, che può essere vista nelle immagini, viene trattata con un metodo conservativo. Tuttavia, è importante capire che il trattamento deve essere completo e che i farmaci da soli non possono fare.

Quando si effettua questa diagnosi, è necessario un po 'di tempo per creare un regime delicato per la schiena, fare fisioterapia, nuoto, ottenere un rinvio da un medico per fisioterapia e massaggio.

Per quanto riguarda la procedura di stretching della colonna vertebrale, allora può essere fatto solo dopo un esame completo e la prescrizione di un medico. Altrimenti, tale trattamento può portare a gravi conseguenze. Se la trazione spinale è ancora assegnata, allora è meglio scegliere la sua versione subacquea, cioè usando la piscina. I farmaci devono essere usati solo su prescrizione e in dosi selezionate individualmente.

Se il trattamento conservativo per diversi mesi non porta alcun sollievo visibile, allora può essere indicato un intervento chirurgico. Ci sono alcune indicazioni, ad esempio, lombalgia testarda, insufficienza funzionale delle vertebre, compressione cronica delle radici. Quale operazione sarà la più efficace, deciderà il medico, e qui tutto dipende non solo dal grado di sviluppo della patologia, ma anche dall'età del paziente, dalla sua salute generale e dal suo peso.

A proposito, potresti anche essere interessato ai seguenti materiali GRATUITI:

Libro gratis "TOP-7 esercizi dannosi per esercizi mattutini, che dovresti evitare"

Restauro delle articolazioni del ginocchio e dell'anca in caso di artrosi - video gratuito del webinar, che è stato condotto dal medico di terapia fisica e medicina sportiva - Alexander Bonin

Lezioni gratuite per il trattamento del mal di schiena da un medico certificato di terapia fisica. Questo medico ha sviluppato un esclusivo sistema di recupero per tutte le parti della colonna vertebrale e ha già aiutato più di 2.000 clienti con vari problemi alla schiena e al collo!

Vuoi imparare come trattare un nervo sciatico? Quindi guarda attentamente il video a questo link.

10 componenti nutrizionali essenziali per una colonna vertebrale sana - in questo rapporto imparerai quale dovrebbe essere la tua dieta quotidiana in modo che tu e la tua colonna vertebrale siete sempre in un corpo e uno spirito sani. Informazioni molto utili!

Hai l'osteocondrosi? Quindi raccomandiamo di esplorare metodi efficaci di trattamento dell'osteocondrosi lombare, cervicale e toracica senza farmaci.

Trattamento dell'osteocondrosi dei dischi intervertebrali: cervicale, toracica, colonna lombare

L'osteocondrosi intervertebrale di qualsiasi parte della colonna vertebrale ha le sue caratteristiche di andamento e sviluppo. Le persone in età lavorativa sono suscettibili alla malattia e molti scienziati che stanno vivendo cambiamenti patologici nelle vertebre e nelle strutture adiacenti sono considerati il ​​risultato del carico sulla colonna vertebrale associata alla deambulazione eretta.

Terminologia intervertebrale dell'osteocondrosi

Inizialmente, il termine osteocondrosi si riferiva a un gruppo di malattie principalmente della natura infiammatoria dello spazio subcondrale delle lunghe ossa tubulari dello scheletro e dell'apofisi delle ossa corte.

L'osteocondrosi intervertebrale si riferisce solo al processo degenerativo-distrofico nei dischi di una o più sezioni della colonna vertebrale. In questo caso, il processo infiammatorio primario in assenza di trattamento tempestivo e con l'influenza continua del fattore provocante si estende all'apparato osseo-legamentoso adiacente al disco.

La colonna vertebrale di ogni persona è composta da 33-35 vertebre. Tra queste vertebre ci sono dei dischi, che svolgono principalmente la funzione di un ammortizzatore. Cioè, i dischi intervertebrali non consentono alle vertebre adiacenti di entrare in contatto l'uno con l'altro, ammorbidiscono il movimento, riducono il carico.

L'anatomia del disco è rappresentata dal nucleo centrale e dall'anello fibroso - un tessuto denso che circonda l'intero nucleo attorno alla circonferenza. Sotto l'influenza di certe cause, la struttura del nucleo e del tessuto connettivo del disco è costantemente rotta, questo porta a una violazione della funzione di deprezzamento, a una diminuzione della mobilità e ad un deterioramento dell'elasticità. C'è una condizione simile con sintomi diversi.

cause di

Mentre il corpo invecchia, l'osteocondrosi intervertebrale è più o meno osservata in ogni persona. Ma se il corpo è costantemente sotto l'influenza di fattori che influenzano negativamente la colonna vertebrale, allora le strutture ossee e cartilaginee vengono distrutte rapidamente e tutti gli spiacevoli sintomi della malattia si verificano in un'età piuttosto giovane.

L'osteocondrosi intervertebrale si sviluppa a causa dell'impatto negativo dei seguenti fattori:

  • Con costante ipodynamia. Cioè, i cambiamenti degenerativi si verificano più spesso con uno stile di vita sedentario.
  • Metabolismo perturbato
  • Malattie infettive
  • Sovrappeso.
  • Malnutrizione - l'uso di grassi, piccoli alimenti fortificati, vari additivi alimentari.
  • Lesioni e lesioni dei corpi vertebrali.
  • Malattie del sistema muscolo-scheletrico, questo gruppo può anche essere attribuito alla curvatura della colonna vertebrale, piede piatto.
  • Le donne aumentano significativamente il carico sulla colonna vertebrale durante la gravidanza e con il costante uso di tacchi alti.
  • Stress emotivo
  • Cattive abitudini - fumo, abuso di alcool.

Un'influenza determinante sullo sviluppo dell'osteocondrosi intervertebrale ha un fattore ereditario. Sotto l'influenza di tutte queste cause provocatorie, la circolazione sanguigna nelle strutture intervertebrali è significativamente compromessa, i processi metabolici sono rallentati, quantità insufficienti di oligoelementi e vitamina entrano nei tessuti e nelle cellule. Cioè, tutte le condizioni sono create per il verificarsi di cambiamenti infiammatori e distrofici nei dischi.

gradi

  • L'osteocondrosi intervertebrale di primo grado è caratterizzata da una diminuzione dell'altezza del disco, che sembra appiattirsi, il che porta alla comparsa di microfratture nell'anello fibroso. In questa fase dello sviluppo della malattia, il paziente può lamentare dolori periodici acuti con una certa localizzazione, simile a una scarica elettrica.
  • Al secondo grado di osteocondrosi, l'altezza del disco diminuisce costantemente, la parte gelatinosa del nucleo si asciuga, si forma una fessura nell'anello fibroso. Il processo patologico è accompagnato da infiammazione e irritazione delle terminazioni nervose.
  • Il terzo stadio è caratterizzato da una rottura completa dell'anello fibroso e della sporgenza della parte centrale del disco. Quindi, stiamo parlando dell'ernia intervertebrale formata. A questo stadio della malattia vengono violati vasi e nervi che si trovano vicino alle vertebre alterate, il che influisce sulla comparsa di un certo sintomo della malattia.

Tipi di localizzazione

L'osteocondrosi intervertebrale può colpire qualsiasi parte della colonna vertebrale. L'osteocondrosi comune copre più di una regione anatomica della colonna vertebrale. Il processo patologico locale di localizzazione è suddiviso in:

  • Osteocondrosi cervicale. Questo tipo di malattia è rilevato più spesso e può essere abbastanza giovane.
  • L'osteocondrosi toracica è il tipo più raro di localizzazione della malattia. Ciò è dovuto al fatto che questo reparto è meno mobile.
  • Osteocondrosi lombare.
  • Osteocondrosi intervertebrale sacro-coccigea.

diagnostica

La diagnosi di osteocondrosi intervertebrale è stabilita da un neurologo. Inizialmente, il paziente viene esaminato, viene raccolta un'anamnesi, i reclami vengono chiariti. Per confermare la diagnosi dei metodi strumentali di esame prescritti:

  • Radiografia della colonna vertebrale.
  • La risonanza magnetica viene utilizzata per rilevare l'ernia intervertebrale, valutare i cambiamenti patologici nel midollo spinale.
  • Il software viene assegnato per completare lo studio di tutte le strutture del disco danneggiate.
  • Elettromiografia o elettroneurografia sono assegnati per determinare lesioni nelle vie nervose.

sintomi

Il quadro clinico dell'osteocondrosi intervertebrale dipende dal grado di alterazioni infiammatorie e degenerative che si verificano nei dischi. Il primo segno è il dolore, di regola, è combinato con alcuni disturbi del movimento nel segmento interessato della colonna vertebrale.

Il dolore può essere così grave da ridurre drasticamente le prestazioni di una persona, sconvolgere il suo stato psico-emotivo ed essere sollevato solo dopo l'uso dei blocchi di farmaci. I segni della malattia dipendono dal tipo di osteocondrosi.

I sintomi della malattia nella colonna cervicale

La diagnosi di osteocondrosi intervertebrale della colonna cervicale è esposta più spesso. Sintomi principali:

  • Frequenti mal di testa e vertigini.
  • Dolore agli arti superiori e al petto.
  • Intorpidimento del rachide cervicale e restrizione della sua mobilità.
  • Debolezza e diminuzione della sensazione nelle mani.

L'osteocondrosi cervicale intervertebrale si manifesta spesso anche con salti di pressione, oscuramento degli occhi, grave debolezza. Ciò è spiegato dal fatto che l'arteria vertebrale, che alimenta diverse sezioni del cervello, passa attraverso le vertebre di questa sezione. La sua compressione come risultato di un cambiamento nella posizione anatomica dei dischi e porta all'emergere di vari cambiamenti patologici nello stato di salute.

Manifestazioni della malattia nella regione toracica

La colonna vertebrale toracica è meno colpita dai cambiamenti patologici. La ragione principale di questo tipo di localizzazione dell'osteocondrosi è la curvatura spinale o la lesione.

La sintomatologia dei cambiamenti in atto è in qualche modo diversa dai segni della malattia negli altri dipartimenti. Il dolore non è così pronunciato, di solito è doloroso, intermittente e noioso. A volte ci sono dolore e intorpidimento agli arti, pelle d'oca sono fissi nel petto.

La spremitura delle terminazioni nervose coinvolte nell'innervazione degli organi interni porta allo sviluppo di disagio nell'area del fegato, dello stomaco e del cuore.

A causa del fatto che i sintomi dell'osteocondrosi toracica sono identici e altre malattie spesso non vengono diagnosticate correttamente. È necessario distinguere dall'osteocondrosi della regione toracica gastrite, angina, nevralgia intercostale.

Sintomi di osteocondrosi intervertebrale lombare

L'osteocondrosi intervertebrale, che colpisce la colonna lombare, si verifica più spesso. E soprattutto è rivelato con questo tipo di localizzazione di pazienti maschi di mezza età. I sintomi principali includono:

  • Grave dolore nella regione lombare e marcata limitazione della mobilità.
  • Sensazioni dolorose sono registrate nell'area delle natiche, cosce, gambe.
  • I pazienti si lamentano di improvvisi sparatorie.

Questo tipo di osteocondrosi intervertebrale si manifesta spesso in una violazione della sensibilità della pelle sulle gambe, che si spiega con il pizzicamento delle terminazioni nervose. Periodicamente, parestesie e debolezza si verificano negli arti inferiori.

L'osteocondrosi intervertebrale nelle fasi finali del suo sviluppo è complicata da una serie di disturbi secondari. La mancanza di trattamento può portare alla completa immobilità del paziente.

trattamento

Il trattamento dell'osteocondrosi identificata della colonna vertebrale ha lo scopo di alleviare il dolore, ridurre l'infiammazione, ripristinare la mobilità vertebrale e migliorare la circolazione sanguigna e le reazioni metaboliche.

È necessario usare non solo medicine, ma anche terapia fisica, corsi di massaggio specialmente selezionato e terapia fisica. Il trattamento farmacologico è selezionato sulla base delle manifestazioni della malattia e consiste principalmente in:

  • Farmaci antinfiammatori non steroidei. Questo gruppo di farmaci riduce il gonfiore e l'infiammazione, che colpisce il sollievo dal dolore. Usa Nise, Ketanov, Movalis, Diclofenac. Questo gruppo di farmaci viene scelto dal medico e prescritto per un tempo strettamente definito, in quanto può causare una serie di reazioni avverse.
  • Gli antidolorifici sono usati per una sindrome del dolore pronunciata. A volte per fermare l'attacco di dolore può solo bloccare la droga.
  • Complessi di vitamine sono necessari per migliorare le reazioni di scambio nei tessuti nervosi. Assegna Milgamma, Unigamma.
  • Utilizzare farmaci che migliorano il flusso di sangue - Trental, Eufillin.
  • I rilassanti muscolari sono farmaci che alleviano lo spasmo muscolare. Molto spesso, l'osteocondrosi viene prescritta Tizanidina, Mydocalm.
  • Dopo il trattamento principale, vengono selezionati i condroprotettori: medicinali che ripristinano il tessuto alterato della cartilagine. Questo gruppo di farmaci utilizzati da molto tempo, e in corsi di vecchiaia.

Ridurre l'altezza dei dischi intervertebrali: il processo di sviluppo, le conseguenze, il trattamento

I dischi intervertebrali sono formazioni cartilaginee che interconnettono elementi ossei della colonna vertebrale. Forniscono la flessibilità e la mobilità della colonna vertebrale, i giri del corpo, assorbono gli urti e gli urti durante la corsa, i salti e altri movimenti. L'azione meccanica costante, l'invecchiamento del corpo, gli effetti dannosi di fattori esterni e malattie portano gradualmente al fatto che la cartilagine perde le sue qualità naturali, si logora e si attenua.

Eziologia della malattia

Anatomicamente, i dischi intervertebrali consistono in un guscio denso (anello fibroso) e un nucleo gelatinoso più morbido (nucleo polposo), racchiuso tra piastre ialine, che sono adiacenti ai corpi vertebrali.

I dischi non trasportano vasi sanguigni, quindi l'alimentazione e l'approvvigionamento idrico delle fibre cartilaginee si verificano in modo diffuso dai tessuti molli circostanti. Pertanto, il normale funzionamento dei dischi intervertebrali è possibile solo con lo stato normale del tessuto muscolare (adeguato sforzo fisico adeguato e circolazione del sangue attiva).

Lo sviluppo di alterazioni degenerative-distrofiche nel corpo (osteocondrosi) e uno stile di vita sedentario provoca un deterioramento nell'alimentazione dei muscoli della schiena e dei dischi intervertebrali. Di conseguenza, alcuni segmenti diventano rigidi, dolorosi, gonfiore e spasmi, che rendono ancora più difficile la circolazione nella regione patologica.

A poco a poco, i tessuti cartilaginei perdono acqua, la loro elasticità diminuisce, la membrana fibrosa inizia a incrinarsi e il disco si appiattisce, diventa più basso e talvolta supera i limiti anatomicamente accettabili.

Lo stadio successivo della malattia o stadio dell'osteocondrosi è lo sviluppo della spondilosi deformante. Affondare e spremere le fibre fibrose della cartilagine sotto il peso corporeo e durante lo sforzo fisico porta al fatto che i dischi intervertebrali ritraggono le placche ialine collegate a loro e la superficie dei tessuti ossei. Pertanto, si verificano escrescenze ossee sui corpi vertebrali - osteofiti.

In una certa misura, la formazione di osteofiti è una reazione protettiva del corpo alla distruzione della cartilagine e al suo rilascio oltre i limiti naturali. Di conseguenza, i dischi sono limitati nei piani laterali e non possono più andare oltre i bordi delle escrescenze ossee (distribuite ulteriormente). Sebbene questa condizione influenzi significativamente la mobilità del segmento interessato, non causa alcun dolore particolare.

L'ulteriore sviluppo della malattia è caratterizzato dalla degenerazione dei tessuti cartilaginei più densi, simili per qualità a quelli ossei, che causa ancora più sofferenza ai dischi.

Fasi della patologia e dei loro sintomi

Lo sviluppo della malattia è convenzionalmente suddiviso in diverse fasi:

  • La fase iniziale o lo stadio di cambiamenti impliciti in cui vi è un leggero danno alle membrane dell'anello fibroso, ma l'altezza del disco intervertebrale rimane invariata. L'unico sintomo preoccupante è una leggera rigidità dei movimenti al mattino e disagio dopo uno sforzo fisico inusuale ed eccessivo.
  • Lo stadio di progressione dei disturbi degenerativi, una pronunciata subsidenza del disco e il danneggiamento della membrana fibrosa. In questa fase, marcata rigidità dei muscoli della schiena e dei legamenti, che non sono più in grado di sostenere la colonna vertebrale. Possono verificarsi distorsioni della postura (scoliosi, cifosi, lordosi), instabilità vertebrale e altre patologie. Il paziente avverte dolore dopo l'esercizio fisico e / o una prolungata permanenza in posizioni statiche e scomode.
  • Lo stadio di deformazione attiva dell'anello del disco, la sua fessurazione, oltre i limiti consentiti. È possibile la formazione di protrusioni o ernie intervertebrali, che sono caratterizzate da edema locale, infiammazione, spasmo muscolare. La violazione della microcircolazione del sangue e della linfa provoca una forte sindrome da dolore, così come il pizzicamento dei vasi sanguigni e delle radici nervose. Può essere accompagnato da perdita di sensibilità, paresi o paralisi degli arti, disfunzioni degli organi interni.
  • Lo stadio di progressione della spondilosi, in cui i dischi intervertebrali perdono significativamente la loro altezza, si estendono oltre i corpi vertebrali, si formano gli osteofiti. In questa fase di sviluppo della malattia possono verificarsi accumuli di anchilosi delle articolazioni, che sono carichi di completa perdita di mobilità del segmento e, conseguentemente, di disabilità del paziente.

Trattamento della malattia

L'abbassamento dei dischi intervertebrali, l'osteocondrosi e la spondilosi sono condizioni che, se si presentano, sono già difficili da trattare o riparare. Ridurre l'altezza del disco e la crescita degli osteofiti può essere fermato o rallentato, ma è possibile migliorare la condizione dei tessuti cartilaginei delle articolazioni.

I metodi di trattamento conservativi comportano un approccio integrato, che consiste in:

  • alleviare il dolore con farmaci, fisioterapia e procedure manuali;
  • sviluppo attivo e passivo dell'articolazione, migliorare la circolazione sanguigna e il flusso linfatico in essa;
  • studio dei tessuti molli di tutto il corpo e dell'area patologica per ripristinare il trofismo e i processi metabolici;
  • migliorare la condizione della cartilagine della colonna vertebrale e di tutto il corpo con medicine, fisioterapia, terapia fisica;
  • rafforzare le strutture ossee, muscolari e legamentose del corpo;
  • se necessario, una diminuzione della pressione a vicenda e dei tessuti molli delle escrescenze ossee mediante intervento chirurgico.

La terapia farmacologica è presentata mediante:

  • antidolorifici locali e generali per alleviare il dolore;
  • rilassanti muscolari per eliminare gli spasmi muscolari;
  • se necessario, i FANS per alleviare l'infiammazione;
  • condroprotettore per migliorare la condizione e ricostituire i tessuti cartilaginei;
  • vasodilatatori e metabolismo intercellulare che attivano farmaci per migliorare la circolazione sanguigna e i processi metabolici.

Le procedure fisioterapeutiche dovrebbero essere combinate con la fisioterapia, vari tipi di massaggi, nuoto, yoga e altre attività fisiche. Negli ultimi anni, la crioterapia ha ricevuto ampia popolarità nel trattamento delle malattie spinali, così come nel disegno spinale (hardware, naturale, acqua, kinesiologia, ecc.).

Se necessario, per un certo periodo al paziente può essere raccomandato riposo completo e / o indossare un corsetto. L'atteggiamento psicologico del paziente stesso, il rifiuto delle cattive abitudini, il ripensamento dell'intero stile di vita e la dieta corrispondente svolgono un ruolo significativo nel trattamento.

Cosa è irto e perché l'altezza dei dischi intervertebrali può essere ridotta

Durante l'esame della colonna vertebrale è stata fatta una diagnosi: l'altezza dei dischi intervertebrali è ridotta, cosa significa e quanto è pericoloso? Che cosa fare dopo, continuare a vivere una vita normale o è meglio fare qualcosa? È meglio conoscere le risposte a queste domande fin dall'infanzia, poiché oltre l'80% delle persone nel mondo, anche se in misura diversa, sono legate a problemi con la colonna vertebrale. Per capire come e perché l'altezza dei dischi intervertebrali diminuisce, è necessario scavare un po 'nell'anatomia.

Struttura della colonna vertebrale e funzione del disco intervertebrale

La colonna vertebrale è il supporto principale del corpo umano, costituito da segmenti (parti), vale a dire le vertebre. Esegue supporto, assorbimento degli urti (a causa di dischi intervertebrali) e funzioni protettive (protegge il midollo spinale da eventuali danni).

Il midollo spinale, che si trova rispettivamente nel canale spinale della colonna vertebrale, è una struttura piuttosto elastica in grado di adattarsi ai cambiamenti nella posizione del corpo. A seconda della regione spinale, i nervi spinali si staccano da esso, innervando alcune parti del corpo.

  • La testa, le spalle e le braccia innervano i nervi che si diramano dalla regione cervicale.
  • La parte centrale del corpo è opportunamente innervata dai nervi che si diramano dalla parte toracica della colonna vertebrale.
  • Parte inferiore del corpo e gambe - innervata dai nervi che si diramano dal segmento lombosacrale della colonna vertebrale.

Di conseguenza, in caso di problemi con innervazione (compromissione della sensibilità, forte reazione al dolore, ecc.) Di qualsiasi parte del corpo, si può sospettare lo sviluppo di patologia nella sezione corrispondente della colonna vertebrale.

Dal momento in cui una persona ha iniziato a camminare dritto, il carico sulla colonna vertebrale è aumentato in modo significativo. Di conseguenza, il ruolo dei dischi intervertebrali è cresciuto.

Dischi intervertebrali

Le strutture fibrose e cartilaginee costituite da un nucleo circondato da anelli fibrosi (tessuto tendineo) e che hanno la forma di una piastra arrotondata tra le vertebre sono chiamate dischi intervertebrali. Il loro scopo principale è l'ammortamento (riduzione del carico).

Come diminuisce l'altezza dei dischi intervertebrali

C'è un punto importante nella struttura dei dischi intervertebrali, che è correlato allo sviluppo della patologia - non contengono vasi, quindi i nutrienti arrivano dai tessuti situati nelle vicinanze. In particolare, i muscoli spinali appartengono a quest'ultimo. Pertanto, in caso di comparsa di distrofia (malnutrizione) dei muscoli spinali, c'è una malnutrizione dei dischi intervertebrali.

Studente, ma allo stesso tempo abbastanza elastico (a causa dell'anello fibroso che lo limita), il nucleo del disco fornisce una connessione affidabile e allo stesso tempo elastica delle vertebre l'una con l'altra. Come risultato della rottura dell'approvvigionamento di nutrienti, il disco inizia a disidratarsi, perde la sua altezza ed elasticità, l'anello fibroso perde anche la sua flessibilità, diventa più fragile. La connessione delle vertebre si deteriora, l'instabilità degli aumenti della spina dorsale colpita aumenta.

Con l'ulteriore sviluppo del processo avviene la rinascita (degenerazione) e l'indurimento del tessuto cartilagineo del disco, che diventa simile all'osso. Il disco è ulteriormente ridotto in dimensioni, perde altezza, cessa di svolgere la funzione di deprezzamento e inizia a esercitare pressione sulle terminazioni nervose, provocando dolore.

I processi degenerativo-distrofico (degenerazione e malnutrizione) in cui vi è una diminuzione dell'altezza dei dischi intervertebrali e la rapida crescita degli osteofiti (formazioni ossee) sono chiamati osteocondrosi (spondilosi). I termini hanno radici greche, che significano rispettivamente - l'articolazione (spina dorsale), la fine -----------------------------------------------------------------

Osteocondrosi complicata

In questo scenario, la patologia non è solo nelle malattie che causano disturbi del disco trofico. Molto spesso con lesioni spinali o con carichi traumatici, il disco viene schiacciato, seguito dalla protrusione del nucleo, se ciò accade senza compromettere l'integrità dell'anello fibroso, allora si chiama protrusione, se il prolasso (protrusione) è accompagnato dalla rottura dell'anello e dall'uscita del nucleo oltre disco intervertebrale erniato.

Cosa minaccia di ridurre l'altezza dei dischi intervertebrali

Ci sono quattro fasi dello sviluppo della patologia. Ognuno di loro ha le sue caratteristiche peculiari:

I. La forma iniziale, ancora nascosta, del flusso. Minor disagio, di solito si manifesta al mattino e scompare durante il giorno. La maggior parte delle persone non chiede aiuto, sebbene si sentano a mobilità limitata. Il disco interessato ha la stessa altezza di quello sano (vicino).

II. Il dolore appare, l'anello fibroso si deforma, la stabilità della colonna vertebrale colpita è disturbata, si sviluppa la mobilità patologica e le terminazioni nervose sono interessate (causando dolore). Sangue e flussi linfatici sono interessati. L'altezza del disco intervertebrale è ridotta di un quarto in meno rispetto al successivo.

III. Ulteriore deformazione e rottura dell'anello del disco, formazione di un'ernia. Patologia deformante delle parti vertebrali interessate (scoliosi - deflessione della colonna vertebrale a lato, cifosi - gobba o lordosi - deflessione). Il disco interessato è in buona salute.

IV. Il finale Spostamento e compattazione delle vertebre interessate, accompagnate da dolore e crescita ossea. Dolore acuto quando si muove, mobilità minima. Possibile disabilità Riduzione ancora più significativa dell'altezza del disco.

Il risultato di una complicazione di un ernia del disco può essere: disfunzione degli organi pelvici e perdita di sensibilità, paralisi dei muscoli delle gambe, movimento in una sedia a rotelle.

Cosa fare, come prevenire

Mangia bene, esercita bene, esercita abbastanza fluido (almeno 2 litri al giorno, mantiene il normale metabolismo), non sovraccaricare la colonna vertebrale (sollevamento pesi), evitare lesioni, stress e ipotermia, mentre lavori sedentari - fai pause ginniche, sottoporsi periodicamente all'esame profilattico della colonna vertebrale e, se vengono rilevati problemi, cercare immediatamente aiuto.